Cucina , passione , amore per il mio compagno e mio figlio...

ANTIPASTI

ANTIPASTO SFIZIOSO



Il classico antipasto toscano , consiste generalmente in un mix di salumi che accompagnano il pane "sciapo" , il pecorino più o meno stagionato , attualmente servito con varie confetture e miele , ed i rinomati crostini neri (Crostini neri ).
Poi ci sono le varie bruschettine calde e fredde , ed in base alle stagioni , panzanella e pappa al pomodoro .
Poi ognuno scatena in cucina la propria fantasia e le danze spesso si aprono con torte salate , rustichini in forno , misto  salatini ,pizzette insomma si potrebbe tranquillamente pranzare o cenare  in certe occasioni in cui la sfilata degli antipasti non ha limite .
L'aglio è spuntato , accanto alle spinaci ed i teneri germogli hanno goduto dei tiepidi raggi di sole che oggi riscaldavano la campagna .
La nostra passeggiata fino alla torre che sovrasta il colle davanti a casa , è stata come sempre , uno dei momenti più belli della nostra vita insieme .
Mano nella mano , con lo stesso passo , a volte ti trattieni per tenere il mio più lento , ci raccontiamo le migliaia di cose che abbiamo dentro , quelle che dobbiamo trattenere tutta le settimana , presi dal lavoro , la fretta e le problematiche di ciascuno.
Mi ascolti , ti ascolto , cerco di chiederti dei consigli , perché tu sei molto più sensato di me in troppe cose , e nonostante tutto  riesci ad interpretare e capire meglio di me l'animo delle persone , direi comprendi le difficoltà e la cattiveria , distingui l'animo ribelle e cattivo da quello buono ed affronti sereno ogni tua giornata.
Io non sono così..
Io ho più volte impacchettato il cuore , per donarlo a chi ho amato .
Ho usato diversi colori ed ho scelto carte accurate , belle colorate .
A volte ho anche preteso che mi si ridasse indietro.Ma il rischio di chi regala il cuore è veramente troppo grosso.
Perché in pochi , sanno come trattarlo , specialmente se è sensibile , cosa assai rara .
C'è chi lo ha messo all'interno di una bacheca di vetro , c'è chi lo ha calpestato , chi addirittura lo ha fatto sanguinare .
Poi impari che non è un regalo gradito a tutti , ma a quei pochi che lo apprezzano continui a donarlo ogni giorno come un piccolo pezzetto di te..
E così dopo il pranzo luculliano da una suocera che aspetta che arrivi piantata nel terrazzo sfidando anche il freddo , siamo rientrati a casa e mi sono addormentata con un libro fra le mani ed un plaid come coperta ..mi hai spento la luce ed hai accompagnato Franci in paese lasciandomi dormire serena..una delle tue più belle e tante  forme di amore ...quello vero.

Per questo semplice antipasto , che ho preparato per Daniela e Giorgio , vi serviranno...

INGREDIENTI PER 4 PERSONE 

  • cipolla rossa , 1 grande
  • sedano , 2 costole 
  • pera tipo abate , 1
  • mix di frutta secca e frutti essiccati (mirtilli e cranberry..) 2 cucchiai da minestra
  • formaggio pecorino semi stagionato , 2 fette 
  • olio extra vergine di oliva 
  • aceto di mele 



Lavate bene il sedano , sbucciate la cipolla , lavate anch'essa e tagliate il tutto a fettine e dadini.
Pendete un padellino antiaderente e fate soffriggere la cipolla tagliata a fette alla quale aggiungerete il sedano .
Tenete la fiamma bassa e lasciate cuocere per una mezz'ora circa , il tempo che la cipolla si appassisca bene.
Sbucciate intanto la pera , e tagliatela a pezzetti più o meno uguali , poi aggiungetela al composto.



Lasciate cuocere ancora quindici minuti circa in modo che anche la pera si  cuocia un po' ma non perda la croccantezza .
Poi sfumate il tutto con due cucchiai da minestra di aceto di mele , lasciate che evapori e spegnete.



Lasciate raffreddare , ed una volta che il composto sarà  freddo aggiungete il mix di frutta secca ed il formaggio pecorino.
Amalgamate bene tutto con un cucchiaio e se necessario aggiungete un filo di olio a crudo .
Servite con fettine di pane tostato o con pezzetti schiacciata croccante .

BUON APPETITO !







ANTIPASTO DI SALMONE E AVOCADO




Guardo Presa Diretta  e sto ascoltando l'intervista ad un padre a cui è morto il figlio pochi mesi fa per l'ennesimo caso di malasanità, vedo scendere le sue lacrime , lacrime di rabbia e non posso esimermi da guardare mio figlio , seduto accanto a me , e mi sento le guance umide , pensando al dolore di quel genitore .
Ci sono delle situazioni che veramente annientano, e ti lasciano impotente di fronte alla totale ed assoluta inefficienza.
Penso a mio figlio , oggi che per lui è stata una giornata importante , una esperienza di lavoro significativa e vera , e la prima guida in auto con me .
Ripercorro come sempre ogni momento che ci ha visti insieme .
Torno dal lavoro alle tre del pomeriggio ed ho solo voglia di vederlo e sapere come sia andata la sua prima mattina al lavoro.
Mi aspetta e percepisco dai suoi occhi che è soddisfatto.
Mi racconta , parliamo ed insieme decidiamo di andare a fare la prima guida , la prima volta  ,dopo l'arrivo del foglio rosa.
In un attimo lo vedo bambino con il grembiule azzurro ed uno zaino in spalla , mi rivedo entusiasta con una macchina fotografica ad immortalare ogni suo movimento , che caratterizzava il primo giorno di scuola materna , o il suo primo compleanno , il primo giorno di scuola elementare e non più tardi di qualche mese fa , l'uscita dalla scuola superiore dopo aver sostenuto gli orali delle scuole superiori.
I tuoi primi tentativi di guida sono come quelli di tutti coloro che si approcciano per la prima volta ad un automobile , tengo istintivamente la mano sopra il freno a mano , siamo in un parcheggio grandissimo e vuoto , non corriamo pericoli , ma c'è una cosa fondamentale , ho tremendamente fiducia in te perché ti ho cresciuto responsabile e con un bel cuore ..
Il tuo grazie con la frase , sei una grande mamma , mi ripagano di tutto e la nostra stretta di mano , quella di sempre ..dal primo giorno di scuola quando pretendevi che ti lasciassi l'impronta del bacio con il rossetto sulla guancia per sentirmi accanto ...e le mani sudate prima degli orali , le mani fredde , le tue mani ..il mio piccolo grande uomo .
Non potevo chiedere di meglio e tornando ti trovo ad apparecchiare la tavola dimenticando come sempre i tovaglioli..
E a te che dedico questo piatto che adori...ed è a te che io adoro




INGREDIENTI PER TRE PERSONE 

  • salmone affumicato in tranci , 500g circa 
  • avocado , 1
  • cipolle di tropea , 2
  • zucchero semolato , 1 cucchiaino 
  • sale , pepe 
  • olio extravergine di oliva 
  • limone , 1
  • aceto balsamico , glassa un cucchiaio

Pulite bene le cipolle di Tropea , lavatele e affettatele sottilmente .
Mettete a scaldare l'olio , circa due cucchiai e appena è caldo aggiungete le cipolle .
Fatele andare piano con la fiamma bassa e lasciatele sul fuoco fino a che non saranno ben appassite .
Salatele , e coprite con il cucchiaio di zucchero .
Lasciate caramellare per circa dieci minuti poi aggiungete un pizzico di pepe.
Passatele al mixer.



Sbucciate l'avocado , tagliatelo a pezzetti o fettine sottili , conditelo con limone sale e pepe.
Mescolate all'avocado anche il salmone anch'esso tagliato a pezzetti .
Amalgamate il tutto con la salsa di cipolle , poi bagnate con qualche goccia di aceto balsamico.
Sistemate di sale e pepe , servite.

BUON APPETITO 







INSALATA DI AVOCADO ,MAZZANCOLLE E NOCI




Ci sono tanti modi di dire pesce , e chi vive nelle coste lo sa sicuramente molto meglio di noi .
Tanto che tutt'ora , quando mi reco in una pescheria nei posti di mare , rimango sorpresa dalle varietà di musi che mi guardano storditi da dietro ad un vetro , sopra una coltre di ghiaccio enorme .
E così come tante varietà  ,esistono  altrettanti modi di cucinare il pesce .
Certo trovare il sistema di non camuffare troppo il sapore con pomodoro e salse varie è già un'ottima cosa , perché molto spesso cadiamo nell'errore di coprire i sapori con troppo condimento .
In realtà sperimentare è molto rischioso , ma a volte per esempio per uno sfizioso antipastino della Vigilia o del Capodanno comincio a provare varie combinazioni. 
Questa è veramente eccellente .
Avocado , frutto che amo tantissimo perché si amalgama bene come base per insalate e  per la sua ricchezza di grassi buoni.Eccellente  per combattere il colesterolo  ed  elemento importantissimo nella nostra dieta, se poi è associato al pesce , allora abbiamo fatto tombola !!!

INGREDIENTI PER TRE PERSONE 

  • 2 AVOCADI ABBASTANZA MATURI
  • 250 G DI MAZZANCOLLE
  • 9 NOCI
  • 1 CUCCHIAIO DI ACETO BIANCO 
  • 1 LIMONE 
  • SALE ,PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 


Portate a bollore , in una pentola , all'incirca un litro di acqua leggermente salata .
Appena inizia il bollore aggiungete un cucchiaio di aceto bianco.
Immergete le mazzancolle e dal momento che l'acqua riprende il bollore , calcolate pochi minuti per la cottura del pesce , che non deve cuocere troppo per evitare che indurisca .
Spegnete la fiamma e scolate le code , quindi privatele della loro buccia e conditele con olio , sale , pepe e limone .
Rompete le noci cercando di lasciarle più intere possibili , in modo che i gherigli restino abbastanza interi .
Pelate i frutti e tagliateli a fette non troppo sottili .
A questo punto mescolate avocado , pesce e noci , condite con sale se ne occorre ancora , olio di oliva ma non in maniera esagerata perhè i frutti sono molto oleosi di per se , pepe e qualche goccia di limone .
Mescolate bene e lasciate amalgamare il tutto almeno un'ora prima di servire .



BUON APPETITO !!!

SALMONE AFFUMICATO CON PERE E GRANA



Ormai faccio la conta dei giorni che mancano al Natale , per sottrarmi alla pazzia  di tutte le persone sclerate che mi trovo intorno ..
Stasera uscendo dal lavoro ho pensato che vorrei chiudere gli occhi ed essere direttamente al nove gennaio .
Sento di essere un po' il Grinch del Natale .
E dire che lo amavo tanto ,non il Grinch ma il Natale  .
Adesso no , più vengono a mancare le persone care , più si fanno duri i giorni di festa , e poi tutta la frenesia e le urla delle persone..., che corrono , rincorrono ..ed i bambini , povere vittime di questo che dovrebbe essere un clima di festa .
Ho visto una mamma che letteralmente scrollava un piccolo bambino per una bizza fatta davanti ad un giocattolo..Ma dico io , si portano nel paese di Pinocchio e poi, di fronte ai giocattoli  ,si pretende che stiano tranquilli ad ascoltare la favolina di Babbo Natale che.. tanto arriva lui ..che se fai il bravo ti porta tutti i giochi del mondo , se fai il cattivo ormai te li porta lo stesso perché sono tutti accalcati nel baule dell'auto e Dio solo sa , quanto stiamo pregando che il cane elettronico non abbai mentre ti lego con le cinture al seggiolino..
Mio Dio abbi pietà di noi ...
E per finire stasera , la suora che alle casse ci ha donato a ciascuna una penna con su incisa la Madonna e anche la medaglietta da portare attaccata alla maglietta di lana ...chi glielo dice che non usiamo più la maglietta della salute alla suora ..che al massimo porteremo la medaglietta attaccata allo spallino del reggiseno..
C'è troppa confusione nel mondo ed io non vedo l'ora che sia domenica per la mia solita passeggiata nel bosco ..silenzio , solo il canto di qualche animale o l'incontro di sguardi con cerbiatti e caprioli.
E poi preparare la nostra pizza con qualche sfiziosità..e dei piccoli antipastini  che dovete provare , magari per la Vigilia o ultimo dell'anno voi che avete tempo??

INGREDIENTI PER TRE PERSONE 

  • 2 TRANCI DI SALMONE AFFUMICATO 
  • 2 PERE NON TROPPO MATURE
  • 200 G DI GRANA PADANO 
  • SALE,PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • GLASSA DI ACETO BALSAMICO

Tagliate a dadini le pere, dopo averle sbucciate , e sistematele in un vassoio formando uno strato .
Fate con il grana dei piccoli pezzetti leggermente più grossi delle pere.
Andate a mescolare questa insolita insalata e poggiatevi sopra i pezzetti di trancio di salmone a quadretti.
Oliate , e bagnate con un filo di glassa all'aceto balsamico , quindi spolverate con una manciata di pepe nero appena macinato .
Servite come antipasto...
BUON APPETITO !!!!






VOL AU  VENT AL SALMONE




Questi ultimi giorni dell'anno voglio darvi delle ricettine molto semplici , nel caso ancora non abbiate deciso cosa fare ,per il cenone di San Silvestro ,se uscire fuori ,  rimanere a casa , perché tanto è una sera come le altre .
Si una serata  nella quale riversiamo chissà quante aspettative.Che strano l'ultimo giorno dell'anno e sembra finisca il mondo e tutti pieni di buoni propositi
Per me non è che un semplice passare  da un giorno all'altro , quindi dal nuovo anno non mi aspetto proprio niente ,lo vedo come una semplice continuazione .
Bastano le persone giuste , un buon vino e la semplicità delle piccole cose.
Infatti mi chiedo...ce la farò a passare l'ultimo dell'anno senza le unghie glitterate ??
E' già ,chi non ha speso un bel gruzzoletto per presentarsi al cenone di San Silvestro più luccicante che mai..Andrò sicuramente a mangiare in un tranquillo ristorante , anche e sopratutto perché lavoro tutto il giorno e credo di avere il sacrosanto diritto di riposarmi almeno un po' ,ma già mi sento in colpa per tutti quelli che dovranno lavorare anche per me ..
Grazie Gabriella , di avermi detto che ti piace leggere il mio blog perché mi senti vera ...so che sei influenzata ..vedi ti sono vicina e ti ho mandato un abbraccio ..
Coraggiosa e dolcissima sei sempre sorridente nonostante la vita ti abbia messo di fronte tanti dolori..si sto parlando proprio di te , quella  con i carrelloni di spesa che non finiscono mai , ti avvicini alla cassa con due occhi dolci e stanchi e ti ringrazio di darmi tanta forza semplicemente dicendo che mi leggi sempre ...
Allora auguri , per il momento  ,di pronta guarigione...


INGREDIENTI PER  8  VOL AU VENT

  • 8 VOL AU VENT  PRONTI
  • 200 G DI SALMONE AFFUMICATO 
  • MEZZA CONFEZIONE DI MOUSSE DI FORMAGGIO 
  • ERBA CIPOLLINA 
  • PEPE
  • OLIO


Semplicissimi ma buonissimi e scenografici , i vol au vent inventati da Marco ,il compagno della mia quasi nipote Vanessa .
Li abbiamo mangiati per Santo Stefano e quando gli ho chiesto la ricetta , mi ha risposto che aveva semplicemente mescolato tre ingredienti che aveva in casa ....

Sminuzzate il salmone e riempite per due terzi il vol au vent , quindi riempite con della mousse di formaggi (tipo Philadelphia) ed infine spolverizzate di erba cipollina e pepe.


Mettete i vol au vent in forno caldo per circa dieci minuti e servite.




BUON APPETITO !!!!






DANUBIO SALATO




Amo tutta la cucina , in particolare quella mediterranea .
La cucina del sud  , evoca ricordi, meravigliosi  con i suoi sapori e profumi particolari che spaziano da erbe mediterranee a profumo di pomodoro che bolle nel fuoco .
Ci sono delle realtà poi che ovunque tu cammini respiri quell'aria intrisa di cibo che ti fa venire fame a qualsiasi ora , Napoli e le sue meraviglie contribuisce per grande parte a questa ottava meraviglia del mondo..la sua cucina ..
Il Danubio è uno di quei lievitati che sinceramente vale tutto il tempo che richiede , quei panini così lucidi attaccati tra di loro come in un infinito girotondo , sempre morbidi , profumati di arancio e sole....

Se il sabato , come noi difficilmente uscite a cena , provate a cucinarvi questa eccellenza...

INGREDIENTI

  • 600 G DI FARINA MANITOBA
  • 100 G DI FARINA 0
  • 8 G DI LIEVITO DI BIRRA
  • 70 G DI BURRO
  • 190 ML DI ACQUA
  • 190 ML DI LATTE
  • 12 G DI SALE
  • 1 ARANCIA
  • 35 G DI ZUCCHERO
  • 1 CUCCHIAINO DI MIELE 
  • 200 G DI PROSCIUTTO COTTO
  • 200 G DI FORMAGGIO TIPO PROVOLA O SCAMORZA
  • 1 CUCCHIAIO DI LATTE
  • 1 TUORLO D'UOVO
Qualche ora prima di incominciare ad impastare , grattugiate la scorza dell'arancia e mescolatela al miele , coprite e tenete da parte.
Preparate il primo lievitino prelevando 95 g di farina dal totale , 50 g di latte e 50 g di acqua  ed il lievito .
Mescolate il lievito all'acqua e al latte poi aggiungete gradatamente la farina .
Fate lievitare per un 'oretta circa ,poi aggiungete la rimanente farina , il latte ,l'acqua e lo zucchero e la miscela di miele ed arancia che regalerà al composto un profumo meraviglioso.
Aggiungete poi il burro a temperatura ambiente a pezzetti , cercando di aggiungere sempre un pezzetto dopo che è stato ben assorbito l'ultimo messo.
In ultimo mettete il sale ,coprite con pellicola dopo aver impastato e lasciate lievitare .



Lasciate in forno con la luce accesa , e vedrete che dopo circa quattro ore , l'impasto sarà raddoppiato.



A questo punto cominciate a prelevare dall'impasto dei pezzetti di circa 40/50 g , schiacciateli come fossero delle piccole focacce al centro delle quali andrete a mettere il prosciutto cotto ed il formaggio.


Tirate le parti esterne verso il centro cercando chiudere e fare aderire bene , formate delle palline con la superficie pi liscia che potete.

Ungete una teglia circolare con del burro e disponete le palline formate .


Rimettetele a lievitare per circa 2 ore sempre in forno con luce accesa .
Trascorso tale tempo , emulsionate il tuorlo con il latte e spennellate bene la superficie delle palline .



Infornate in forno caldo a 180° per circa 30 minuti , fate attenzione alla colorazione della superficie , se vedete che si colora troppo , coprite con carta alluminio ..

BUON APPETITO ....






TORTINI DI POLENTA AL FORMAGGIO E PANE



E' inconfondibile l'aria dell'Autunno ..io la sento addosso ,la percepisco come ogni altra stagione o forse anche di più..
Porta con sé odore di vino , di castagne ,di  cose buone ,di  voglia di tornare a trascorrere  serate tranquille , lavorando, magari l'ennesimo maglione di lana mai terminato ..
Cucina accogliente , e torna anche  la voglia di rimettersi in gioco  ai fornelli   accendere i forni , cucinare cose nuove , antiche , rivisitate come questa polenta .
In epoca non troppo remota , quando nonna ce la faceva per cena ,usava farne sempre una dose abbondante  , perché se appena fatta era buonissima con il ragù di carne o sugo di funghi , il giorno successivo sarebbe stata apprezzata da tutti "rifatta " in padella , come diceva lei.
La padella della nonna è una di quelle cose che non dimenticherò mai ..

INGREDIENTI PER QUATTRO TORTINI

  • 250 G DI POLENTA ISTANTANEA 
  • 4 FETTE DI SCAMORZA 
  • 2 FETTE DI PANE RAFFERMO 
  • ROSMARINO 
  • BURRO PER FODERARE GLI STAMPINI
  • SALE , PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • 1 CUCCHIAIO DI PANE GRATTUGIATO
  • 1 CUCCHIAIO DI GRANA GRATTUGIATO



Iniziate con il fare la polenta istantanea  ,secondo le dosi e le modalità riportate nella confezione .
Lasciatela raffreddare sul piano di un tagliere di legno o marmo , dove l'avrete versata appena raggiunta la giusta cottura .

Fate soffriggere in un cucchiaio di olio , dei quadratini di pane ricavati dalle fette  rafferme , quindi procedete a mettere anche la polenta a pezzi e cominciate a schiacciare con una forchetta o un mestolo di legno , creando un composto omogeneo con il pane .
Salate , aggiungete del pepe e se necessario un altro filo di olio.




Imburrate leggermente quattro stampini , riempiteli per un terzo con la polenta , aggiungete poi i quadretti di formaggio necessari a costituire uno strato , quindi ricoprite con altra polenta e rosmarino.
Coprite il tutto con grana grattugiato e una spolverata di pane grattugiato.



Passate in forno a 200° per almeno dieci minuti quindi terminate con la gratinatura dell'ultimo strato .

Servite caldi , per assaporare il formaggio fuso e scaldare le prime sere di aria autunnale...


BUON APPETITO !!!





COZZE IN TEGAME




Bentornato Settembre , e con lui per molti , la fine delle vacanze spensierate e serene , quelle che aspetti per un anno intero e che passano veloci senza nemmeno che tu te ne accorga ..
Eccomi qua, piena di gioia , voglia di vita e di ricominciare ...
Agosto ha lasciato con se bellissime cose , prime tra tutte il compleanno di mio figlio , che ha raggiunto la maggiore età , ma che resta e resterà per me sempre il mio piccolo grande tesoro.
..agosto ha significato mare , giorni pieni di sole e nostalgica malinconia per lasciare quel pezzo immenso di terra che si chiama Calabria e quella famiglia li , che mi accoglie così calorosamente che lasciarla è sempre farlo con un nodo in gola.. di quelli che vanno giù male..
E' ridere , vivere assaporando un mare stupendo con tutto quello che nasconde nei suoi fondali , è girovagare per musei a cielo aperto nei resti di una civiltà antica , perché è lì che è nata la civiltà , è sentire profumi mediterranei che spaziano dal finocchietto selvatico  all'origano , all'aneto e il cuore si riempie di tutto un misto di cose che mi accompagneranno per tutta un' intera stagione ...
...e ripartiamo con le cozze nel tegame espressione di mare e cucina semplice...

INGREDIENTI PER TRE PERSONE

  • 1 KG DI COZZE
  • 2 GROSSI SPICCHI DI AGLIO
  • 1 MAZZETTO DI PREZZEMOLO
  • 2 BICCHIERI DI VINO BIANCO 
  • UNA BELLA MANCIATA DI PEPE NERO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • SALE ,BASILICO QUALCHE FOGLIA
Se rinuncio a cucinare spesso le cozze , perché in casa ne mangeremmo davvero una quintalata ..è perché pulirle è davvero estenuante .
Non basta farsele pulire da una buona attrezzatura di fornite pescherie , ma una volta fatto questo , mi metto con un coltellino ed una spugna ruvida a grattarle tutte e togliere loro quel filo che fuoriesce dal guscio e parte dal mitilo all'interno.
Però tutto questo lavoro alla fine ricompensa , quindi munitevi di pazienza e cominciate  tenendo in ammollo le cozze dentro acqua leggermente salata , che rinnoverete spesso almeno per un 'ora quindi pulitele bene .



Preparate un battuto di prezzemolo , conservandone una parte ,quindi mettete mezzo bicchiere di olio nel recipiente ampio per la cottura e unite parte del prezzemolo e gli spicchi di aglio interi sbucciati e pigiati con la mano .
Unite un pizzico di sale e le cozze .
Qualche tempo fa , le cucinavo dopo averle fatte aprire , in realtà questo sistema che adotto adesso è sicuramente migliore .
Non appena vedete che le cozze si aprono bagnatele con il vino bianco , e aggiungete pepe nero .
Fatele andare qualche minuto , (le cozze non devono cuocere troppo..)
Quindi aggiustatele di sale e accertatevi che siano belle piccanti..


Aggiungete un minuto prima di toglierle dal fuoco il prezzemolo tritato fine e il basilico spezzettato con le mani ..


Servite ben calde come antipasto o secondo piatto accompagnate da pane , se volete arrostito e inumidito con il liquido di cottura ..


BUON APPETITO !!!!








TARTELLETTE SALATE CON NERGI E FICHI







Continua la mia indomabile curiosità nel trovare gli accostamenti giusti e la miriade di idee per utilizzare in cucina ma soprattutto assaporare il Nergi e la sua bontà..
Antipasto , snack veloce e delizioso ..tartellette salate che qui propongo in versione gallette ,( dato che avevo una  amica ospite con intolleranza al glutine , e con un posto speciale nel  mio cuore ),ma  in origine nascono con del pane arrostito ...

Da provare assolutamente ...


INGREDIENTI PER TRE PERSONE
  • 6 FETTE DI PANE RAFFERMO O 6 GALLETTE DI RISO
  • 120 G DI GORGONZOLA DOLCE
  • 200 G DI FORMAGGIO CAPRINO
  • 6 NERGI
  • 6 FICHI MATURI
  • OLIO , PEPE NERO


Sciogliete il gorgonzola lavorandolo con un goccio di olio di oliva , spalmatelo nelle fette di pane che avrete leggermente tostato, o nelle gallette di riso.

Sbucciate i fichi dopo averli lavati e lavate anche i piccoli Nergi.



Dividete a metà ciascun fico e tagliate a fettine i nergi .
Posizionate i frutti sopra la crema di gorgonzola nel pane , quindi con una sac a poche distribuite generosamente il formaggio caprino intorno alla frutta .



Spolverate con del pepe nero e bagnate il tutto con un filo d'olio.

Se usate gallette di riso , abbiate cura di prepararle pochi minuti prima di servirle in tavola altrimenti il rischio è che si ammorbidiscano troppo ...

Nergi e formaggio , altra accoppiata vincente  !!!




BUON APPETITO !!!



Questa ricetta appartiene al contest 






CESTINI DI SFOGLIA CON NERGI R UOVA DI QUAGLIA




Caro Nergi , è il terzo post che ti dedico e ti sto apprezzando sempre di più.
Ti chiamano il piccolo kiwi , in realtà per me hai una forte personalità , unica e distinta .
Questa volta ti ho fatto incontrare con delle piccole uova di quaglia ... baby uova per un baby frutto.
Qualità eccellenti entrambe  ,che annidate in questa raccolta sfoglia salata con contorno di una capricciosa , ed il nome è tutto dire  ,mi avete stravolto un'anonima cena.
Stai diventando una piccola star ed il tuo succoso e dolce sapore accompagna le giornate di fine estate colorandole di un verde acceso ..regali così tante vitamine che ci sentiamo tutti magicamente energizzati !!!!

INGREDIENTI PER 4 CESTINI

  • 1 DISCO DI PASTA SFOGLIA 
  • 1 CONFEZIONE DI NERGI
  • 8 UOVA DI QUAGLIA
  • 1 VASETTO DI INSALATA CAPRICCIOSA 
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • PEPE NERO

Per prima cosa tagliate a striscioline la pasta sfoglia e datele una forma rotonda un po' sovrapposta , nella teglia rivestita con carta da forno.
Accendete il forno a 190° e fate cuocere i nidi .
Non appena avranno preso un bel colore dorato ,toglieteli e lasciateli raffreddare .
Nel frattempo mettete le uova di quaglia in un bollilatte ricoperte di acqua , portate l'acqua ad ebollizione e lasciate bollire le uova per quattro minuti, quindi spegnete la fiamma e fatevi scorrere acqua fredda sopra per raffreddare le uova che potrete sbucciare .
Lavate bene il Nergi e tagliatelo a fette non molto sottili.



Procedete quindi a preparare i vostri nidi , mettendo un cucchiaio di insalata capricciosa sopra la sfoglia , al centro della quale deporrete l'uovo di quaglia diviso a metà e le fette di nergi .
Bagnate con un filo di olio e spolverate con del pepe nero macinato fresco.





Servite in tavola accompagnato da altre uova e frutti interi...

Buonissimo ed eccellente antipasto nonché altamente coreografico !!!


BUON APPETITO !!!



Questa ricetta partecipa al contest :






MELANZANE CON BACCALA'  E POMODORINI


Dopo il bel temporale di ieri, sonnecchio e penso a quella canzone che a volte mi gira ancora in testa , l'estate sta finendo ... la canticchio nella mente ,in certi attimi quasi involontariamente , esce anche il suono  ,e mi viene da ridere e pensare a quando il nonno diceva che sarei sicuramente diventata una cantante ..
Cantavo sempre e ovunque da piccola , fino a che una malattia del babbo , quando avevo sei anni , mi catapultò improvvisamente nel mondo dei grandi e quella circostanza segnò profondamente il mio animo ed il mio carattere .
Quasi a dire che ogni cosa bella viene sempre spezzata da qualcosa che non vuoi e non ti aspetti..
Il babbo guarì quella volta , ed io mi resi conto di quanto lo amavo e di quanto fosse importante per me .
E anche adesso che non c'è più  , sono solita raccontargli tutto quello che mi succede intorno e immagino che pianga con me , per tutta la cattiveria , le prese di mira , gli accanimenti , che a volte subisci solo perché sei felice ..eppure canto molto di meno adesso ..e allora perché..
Perché ci sono tante persone misere , di una pochezza che si palpa con le dita, insignificanti e grame come le loro vite..è questa la spiegazione che mi do altrimenti non mi spiego perché il loro divertimento sia cercare di rovinare le tue di vite ..o almeno  si illudono di farlo...
Io sorrido e anche canto , continuo a cantare ..perché alla fine l'amore e le belle persone che ho intorno e che ho scelto che rimanessero nella mia vita  ,sono tutta altra cosa , e perché tanto , come diceva il mio grande babbo, alla fine  il serpente si uccide da solo con il suo stesso veleno.
E un timido raggio di sole sta cercando di prendere il sopravvento su nuvole scure , ed è una lotta impari e dura , ma vederne solo un raggio , rallegra cuore ed anima , e le melanzane , che rappresentano l'estate forse al pari dei pomodori , serviranno a far si che questa giornata , mi ricordi un momento  dal  sapore e  tepore estivo ..di quelli che la sera è troppo tardi per cenare fuori ..e allora ci inventiamo il sole e lo portiamo in casa...

INGREDIENTI PER DUE PERSONE

  •  MELANZANA LUNGA
  • 1 CONFEZIONE DI POMODORINI 
  • 200 G DI BACCALÀ AMMOLLATO
  • 4/5 FETTE DI PROVOLA
  • ALCUNE FOGLIE DI BASILICO
  • CIPOLLA
  • SALE,PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA



Lavate e lasciate sotto acqua corrente almeno per una giornata il baccalà , anche se ammollato , per evitare il rischio che sia troppo salato , quindi spezzettatelo in piccoli quadretti che farete cuocere in poco olio e cipolla .
Tagliate a fette le melanzane e grigliatele , io le metto direttamente nella placca del forno con carta da forno , e appena saranno grigliate e cotte toglietele dalla carta e lasciatele raffreddare sopra ad un tagliere.

Aggiungete al baccalà un filo di pepe nero , lavate e dividete a metà i pomodorini.

Riprendete la teglia,
 e copritela con carta da forno quindi disponete al suo interno le fette di melanzane arrostite .




Sopra ciascuna fetta , mettete un cucchiaio di baccalà, qualche pomodorino , dei piccoli pezzetti di cipolla e per finire una fettina sottile di formaggio a pasta dura ,che può essere provola, caciocavallo ,mozzarella , a seconda del vostro gusto.
Ripassate qualche minuto le vostre melanzane in forno e servite dopo aver messo pezzetti di basilico e un filo di olio .

Servite calde..




BUON APPETITO !!! 




STRUDEL SALATO



E' ormai tardi ma ancora per qualche giorno non abbandono il mio blog, per quel che posso...
Poi chiuderò per ferie anche io ,come tutti ,tanti... Agosto è il mese per eccellenza delle ferie , delle vacanze ,io invece odio questo periodo e se questo anno è andata così , prenderò quello che viene ..
Il rientro al lavoro è stato una nota positiva di questa estate , e gli abbracci dispensati da tanti clienti mi ripagano di tutto il male ed il dolore sentito ..
Sto bene tra loro , i  loro sorrisi , le loro smorfie , gli sbuffi per un po' di fila in più , le risate per le battute insieme senza mai perdere di vista l'obbiettivo , la parte più bella del mio lavoro, per il resto.... fatta eccezione per qualche elemento , sono felice di aver alzato dei muri alti , avrei dovuto farlo prima ,nell'ambiente di lavoro non può esserci amicizia e comprensione come io ho sempre auspicato e sperato e anche gli ultimi fatti mi danno ragione .
Mi elevo da cotanta razionalità e cinismo , menefreghismo e opportunismo puro e.. penso a te Cri , a te Dani , a te Lucia , a tutto il nostro gruppo miracolosamente ricostruito insieme alle altre come se mai si fosse sciolto , un insieme di fantasiose e ineguagliabili donne e  i loro uomini  ..il vero nostro mondo insieme, a voi , agli affetti miei più cari...domani niente cena con voi no sono troppo stanca ..e non posso permettermi di bere,ecco appunto...

INGREDIENTI  X 4 PERSONE
  • 1 ROTOLO DI PASTA SFOGLIA 
  • 200 G DI ASPARAGI VERDI O BIANCHI (ANCHE SURGELATI)
  • 150 G DI PROSCIUTTO COTTO
  • 180 G DI PROVOLA 
  • SEMI DI PAPAVERO
  • 1 UOVO
Generalmente lo cucino come antipasto ma se volete farlo come piatto unico per cena o pranzo magari calcolate che un rotolo sarà sufficiente solo per due persone.
Sistemate il rotolo di pasta sfoglia sopra  il piano di lavoro , quindi adagiatevi sopra le fette di prosciutto cotto .
Lessate in acqua salata gli asparagi e appena si saranno raffreddati , sezionateli in modo che possiate usare la parte iniziale con la punta , più morbida e sistemateli sopra le fette di prosciutto cotto.
Ricoprite il tutto con la provola .



Arrotolate la sfoglia , e chiudete bene i lembi , per evitare che durante la cottura il formaggio si sciolga e fuoriesca.

Spennellate con del tuorlo d'uovo la parte superiore del rotolo e cospargetelo di semi di papavero . 
Posizionate sopra una teglia rivestita di carta da forno e fate cuocere per circa 40' nel forno statico a 180°.
Sarà cotto quando avrà assunto un bel colore dorato.
Lasciatelo leggermente raffreddare e tagliatelo a fette , servite caldo o freddo..






BUON APPETITO !!!


FRESELLE AL POMODORO






Al sud , sostituto degnissimo della nostra tanto amata estiva panzanella , metterei al primo posto le freselle .
Siano esse normali o integrali , rappresentano l'estate del mediterraneo.
Ma per fortuna ,  ormai da diversi anni  ,abbiamo imparato a mangiarle anche ovunque e se le ricette possono variare a seconda dei gusti e fantasia , il sapore meraviglioso di questo piatto , che altro non è se non pane secco ammollato , non cambia .
Mi stupisco ancora che molti non ne conoscano  l'uso ed il sapore , quindi, benché sia una ricetta facile e veloce la posto nel blog , affinché  alcune delle vostre calde sere d'estate siano  deliziate da questo piatto , 
Si trovano ormai in vendita ovunque , confezionate già pronte al consumo ...
Potete aggiungere anche alici , capperi ed altre verdure , a noi piacciono semplici così..
INGREDIENTI X 2 PERSONE

  • 4 FRESELLE NORMALI O INTEGRALI
  • 250 G DI POMODORINI 
  • 1 CIPOLLA TROPEA 
  • 1 MOZZARELLA DI BUFALA 
  • BASILICO 
  • ORIGANO
  • SALE PEPE 
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 



Lasciate in ammollo per poco meno di due minuti le freselle , ma anche meno , perché non dovranno assolutamente perdere la loro tipica croccantezza .
Tagliate a fette sottili la cipolla e tenetela a bagno nel latte per qualche minuto , perché inevitabilmente le cipolle di Tropea non saranno mai come le originali, e quindi ammollarle nel latte servirà ad addolcirle .
Tagliate a metà i pomodorini e conditeli con olio , sale e pepe.


A questo punto sistemate le freselle nel vassoio di portata , conditele con un filo di olio , quindi cospargetele di pomodorini , pezzetti di mozzarella , cipolla e basilico tritato .
Spolverate bene con sale , pepe e origano.

Irrorate il tutto con olio extra vergine di oliva e lasciate riposare per almeno un paio di ore ...


BUON APPETITO !!!





INVOLTINI DI MELANZANE



Il sole è tornato a splendere .
L'uragano che ieri ha devastato per molti aspetti la mia città , ha lasciato posto a rabbia e disperazione .
Volti tristi , sconvolti fortunatamente per la perdita di cose e non persone , ma quando va tutto bene e non succede niente a te e  a chi ami allora , cominci a pensare alle cose materiali che hai perso.
Lo so , lo so bene per certo , perchè sono passati pochi anni da quando un incendio mi distrusse la casa .
Non si fa mente locale subito , si rimane storditi , inermi... sei li che vedi davanti a te scene apocalittiche e pensi ad una parte di vita che se ne va , a tutto quello che in anni ed anni di lavoro avevi messo da parte , comprato ,ogni cosa ha un  suo ricordo e per giorni è come rimanere senza passato..
In pochissimo tempo il fuoco come l'acqua sono padroni e devastano pezzi di vita..Da allora qualcosa è cambiato , l'aspetto migliore di me adesso è che sicuramente non mi arrabbio più se mentre apparecchio la tavola rompo un bicchiere..no da quella terribile esperienza ho capito che tutto quello che mi circonda è veramente di passaggio  ...come noi ..
Mio figlio e la mia gatta in quel momento furono il primo pensiero , come adesso ...adesso penso alle persone non alle cose , anche se non l'avevo tanto mai fatto ,ma bisogna cercare di estrapolare  sempre qualcosa di positivo dalle esperienze della vita .
Tutto insegna diceva il babbo , è già, impari a dar valore a ciò che conta ...
E credo che se tutti ci preoccupassimo meno delle cose e più delle persone forse sarebbe un altro mondo,ma questa è una mia pura utopia..


Melanzane grigliate cucinate come piatto unico , veloce , se non consideriamo la grigliatura ...

INGREDIENTI PER 4 PERSONE 
  • 2 MELANZANE VIOLA
  • 160 G DI BRESAOLA 
  • 300 G DI FIOCCHI DI LATTE 
  • INSALATINA MISTA
  • SALE , PEPE
  • MENTA IN FOGLIE (O ORIGANO)
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Lavate bene la verdura e fatela a fette di circa 1,5 cm senza togliere la buccia .
Mettete al fuoco una padella antiaderente e cominciate a grigliare le fette di melanzana.
Quando cucino le grigliate ne faccio sempre un po' di più per preparare poi questo piatto.
Mettete le fette grigliate tutte insieme da una parte.



Prendete un tagliere di legno e cominciate a predisporvi le melanzane , salate mettete un po' di pepe e su ognuna di esse una fetta di bresaola .
All'interno della bresaola disponete un cucchiaio di fiocchi di latte .
Chiudete la bresaola a saccottino quindi arrotolate intorno la fetta di melanzana grigliata e chiudete con uno stuzzicadenti.



Continuate così fino alla fine delle melanzane .
Sistemate in un piatto di portata l'insalata tritata , quindi aggiungete gli involtini di melanzane , sistemandoli sopra .

Condite il tutto con menta o origano , pepe ed un filo di olio .

Buonissime da mangiare anche fredde ..


BUON APPETITO !!!!






TORTA RUSTICA ZUCCHINE E PATATE



Come se la settimana iniziasse di domenica , stamani il primo pensiero è stato come aiutarvi a riciclare la marea di zucchine che in questo periodo invadono gli orti di tutti coloro che hanno il privilegio di averli..
Ricordo sempre il nonno , quando nel suo orto si limitava a coltivare solo poche piante di questa verdura, qualcuna era tonda , alcune erano lunghe , poi c'erano anche quelle che lui chiamava le " zucche da maiali"  dalle quali una volta diventate gigantesche toglieva poi in  autunno i grossi semi che la nonna preparava per essere consumati salati.
Quando ero piccola Halloween non sapevamo cosa fosse , le moderne e recenti  americanate che ci stanno alloppiando il cervello (si perché è inutile negare noi abbiamo un 'altra storia e cultura...) non esistevano ...e dico fiera grazie a Dio .
Anzi nella più tarda adolescenza era impensabile chiedere al babbo di poter andare in discoteca la sera prima del giorno in cui si onoravano i nostri defunti..
Sarebbe stato un sacrilegio , quindi le zucche dopo essere state svuotate venivano ridotte in pezzi e date come pasto ai maiali..
Il problema grosso era però che in questo periodo la casa spagliava letteralmente di zucchine..le vedevo ovunque , e non avevamo neppure un congelatore per conservarle in qualche modo ..la maggior parte di loro , finivano  in pasto alle oche o polli , per cui mi chiedevo quale fosse la convenienza di questa coltivazione , dato che richiedeva tempo e fatica da parte del nonno e poi mi veniva comandato spesso di portare i frutti agli animali..
Adesso ci sono tanti modi per non gettarle , non amo assolutissimamente buttare via niente ,quindi questa ricetta facile e veloce sarà la prima di una carrellata di ricette per l'utilizzo  ed il riciclo di questa verdura..
Il babbo che non le amava assolutamente diceva che erano buonissime cucinate bollite , poi messe dentro ad un panno di cotone e sbattute nel muro..
Più tardi ho capito che era il suo modo per dirmi che non voleva mangiarle , però cotte con un sughetto di pomodoro le apprezzava perchè poteva fare la sua amata scarpetta ...

INGREDIENTI

  • 1 CONFEZIONE DI PASTA SFOGLIA 
  • 2 PATATE MEDIE 
  • 200 G DI PARMIGIANO GRATTUGIATO
  • 3 ZUCCHINE MEDIE 
  • SALE PEPE
  • ORIGANO (SE LO GRADITE..)
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA



Ricoprite una teglia con la carta da forno e adagiatevi sopra la pasta sfoglia.
Tagliate con la mandolina ,o affettaverdure , le patate molto fini e disponetele sopra la pasta sfoglia.
Quindi spolverate bene con la metà del formaggio.
Fate poi uno stato di zucchine sempre tagliate finemente e completate con sale pepe , origano ed olio extra vergine di oliva.

Mettete a cuocere in forno caldo a 175°per circa 40 minuti .
Controllate anche i bordi della sfoglia che dovranno essere ben dorati....

Potete mangiarla calda o fredda magari da asporto per un pic nic all'aperto ..

Grazie infinitamente per le centinaia di visite giornaliere , lasciatemi dei commenti , sono onorata di sapere se ciò che faccio vi piace e vi aiuta...

BUONA DOMENICA AMICI.....






TORTINO DI ZUCCHINE



Probabilmente mi ringrazieranno tutti coloro che devono smaltire le zucchine dell'orto , mentre qualcun' altro penserà che mi sono fissata su questa verdura ..Chi è contadino sa bene in questo periodo quanto le piante si diano da fare per ricompensare il duro lavoro dell'uomo .
Ti ripagano continuamente di frutti , e anche se a volte li detestiamo , i mille modi con cui possiamo utilizzarli sono sempre molto graditi , almeno da parte nostra che adoriamo questa verdura ...

Si presenta come una frittata ma in realtà è un delizioso tortino , tra l'altro cucinato senza aggiunta di olio per cui oltre che buono è anche altamente salutare .
Sfizioso per un antipasto , può sostituire benissimo carne o derivati per una cena  corposa e bilanciata ..dunque arriviamo al dunque..

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

  • 6 UOVA 
  • 2 ZUCCHINE MEDIE 
  • 200 G DI GRANA GRATTUGIATO 
  • SALE , PEPE
  • QUALCHE FOGLIA DI BASILICO (FACOLTATIVA...)


Essenziale .. minimal ,e velocissima....

Sbattete bene le uova alle quali aggiungerete sale e pepe secondo i vostri gusti.
Triturate le zucchine crude nel mixer , unite ad esse dei piccoli pezzetti di basilico .

Incorporate il trito di verdure alle uova ed amalgamate bene aggiungendo anche il grana .
Fate un composto denso .


Prendete un'ampia padella e ricopritela all'interno con un foglio di carta da forno , che avrete precedentemente ammollato e strizzato forte .

Versate il composto nella padella e ponetelo a cuocere  a fuoco lento .
Capovolgete il tortino e travasatelo  qualche minuto in forno all'interno di una tortiera per creare una leggera gratinatura.


Potete servirlo caldo o freddo ...



BUON APPETITO !!!!


Lasciate un commento se volete...e buona giornata..


POMODORI RIPIENI FREDDI



Indiscussi protagonisti delle mie estati cotti , crudi , mangiati come un frutto dolce e succoso come quando da bambina rappresentavano la merenda nell'orto con il nonno..
I pomodori  raffigurano a mio avviso  l' eccellenza alimentare , profumano di sole di libertà di  cose buone..
Cucinati in ogni modo crudi e cotti sono una delle nostre passioni preferite .
E al mattino preparare dei pomodori ripieni da conservare poi in fresco per la cena è veramente una cosa deliziosa perchè amore è anche questo cucinare per le persone che ami con grande passione ...altrimenti è solo un preparare qualcosa per sfamarsi..

INGREDIENTI PER 3 PERSONE

  • 3 POMODORI DA INSALATA
  • 300 G DI TONNO SOTTOLIO SGOCCIOLATO
  • 400 ML DI MAIONESE (LA RICETTA E' NEL BLOG...)
  • CETRIOLINI SOTTACETO
  • MAIONESE PER DECORARE 
  • QUALCHE FOGLIOLINA DI BASILICO
  • SALE , PEPE 
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA


Lavate bene i pomodori , tagliateli a metà  e svuotateli delicatamente . lasciando da parte  la loro polpa.
Girateli con la parte concava all'interno e lasciateli scolare il loro liquido,
Nel frattempo fate la salsa per il ripieno.
Sminuzzate il tonno che avrete ben sgocciolato dall'olio di conserva , e amalgamatelo alla maionese fino a creare una purea omogenea.
Aggiungete qualche pezzetto di basilico , sale pepe e la polpa dei pomodori che avrete precedentemente ben strizzata.


Riempite i pomodori con la salsa preparata e guarnite con ciuffetti di maionese , cetriolini e foglie di basilico.
Mettete in frigo e lasciate raffreddare per qualche ora ..

BUON APPETITO !!!


Un caro abbraccio a tutti coloro che mi seguono e visitano il blog..




POMODORI RIPIENI DI BUFALA


Vi avevo promesso , che oggi avrei svelato dove sarebbe finito quel fantastico e cremoso cuore di bufala tolto alla sua legittima mozzarella.
Ebbene si , come cerco di farvi capire , forse a sfinimento , la cultura del riciclo in casa nostra non ha limite..
E poi adesso sembra , e cerco di dirvelo sottovoce ...che le belle giornate siano arrivate , per cui , quando è possibile mi piace preparare tutto di buon mattino quando ancora nelle cucine c'è il fresco lasciato dalla notte , e poi socchiudere tutte le finestre per non farlo uscire..
Stanotte l'aria era molto fresca ,  il piumottino ancora serve , e tra un sogno e l'altro , i botti di fuochi di artificio , in onore di una coppia innamorata nel loro splendido giorno , mi hanno risvegliato con la consapevolezza di essere felice ad averti accanto , non fosse altro , che appena senti un cambio di respiro  ,chiedi subito se necessito di qualcosa..
Certo... , di amore , come sempre ..i diamanti lasciali agli altri ,preferirò morire con il cuore intriso d'amore piuttosto che con un sottofondo di voci che si litigheranno i miei averi..
La mia ricchezza  sei tu , la mia serenità è mio figlio che sorride... rientra in casa veloce , un bacio distratto ed ha già il telo per la piscina in mano..ed il mio eco , che lo segue fino all'ultima sgassata in motorino, con le solite raccomandazioni piene di paure e di amore , il mio divertitiiiiii urlato a squarciagola... credo e spero possa essere per lui l'eredità più bella che avrà da me...
Bene ...
Pomodori alla mano ...


INGREDIENTI PER TRE PERSONE
  • 3 POMODORI MATURI 
  • MOZZARELLA DI BUFALA (CIO' CHE AVETE  RACCOLTO SVUOTANDOLA..)
  • ORIGANO 
  • BASILICO FRESCO 
  • SALE PEPE
PER LA CREMA DI PANE 
  • 1 FETTA DI PANE DURO ALTA
  • MEZZO BICCHIERE DI LATTE 
  • 1 TAZZINA DI BRODO VEGETALE 
  • GRANA GRATTUGIATO 
  • PEPE

In genere cucino questi pomodori insieme ai nidi di bufala , perché utilizzo il ripieno di questi ultimi per i pomodori e ciò che tolgo dal pomodoro lo uso per fare la tagliata di pomodorini per impiattare la bufala ...
Comunque scegliete come meglio credete , potete fare anche i pomodori usando delle mozzarelle fior di latte ..
Svuotateli , lasciando il cappello integro .
Tagliate a pezzetti la mozzarella e conditela con sale pepe ed origano , poi aggiungete una foglia di basilico fresco.


Terminate con un filo di olio e andate a riempire con il composto i pomodori svuotati.
Preparate la velocissima crema di pane .
Lasciate in ammollo qualche minuto il pane nel latte , quindi strizzatelo bene ed unitelo nel mixer al grana grattugiato e al brodo , in quantità variabile , regolatevi lasciando che il tutto rimanga denso come una bella crema .



Frullate il tutto qualche secondo e completate con pepe ed olio.
Mettete la crema in un vassoio e adagiatevi sopra i pomodori....


BUON APPETITO  !!!

                                                    LASCIATE UN COMMENTO....




INSALATA DI SEPPIOLINE



Tanta voglia di cucina estiva , di piccole sfiziosità che prepari prima durante il pomeriggio se sei libera , e che mentre ti rilassi un po' , ammesso che tu lo possa fare , loro sono lì ad insaporirsi bene bene , per essere apprezzate al meglio al momento del loro consumo.
Il pesce poi , meno è elaborato più mi piace , fatta eccezione per il merluzzo che cerco sempre di manipolare per nascondere quel prevalente odore caratteristico..
E poi , mettere tutto all'interno di una cesta , assieme a piatti , bicchieri , verdura ed apparecchiare all'aperto per godere di giornate lunghe , quelle che aspetti tutto l'anno...ecco appunto , l'attesa mi sembra che si stia protraendo anche troppo , e ho il timore di perdere tutte le cose belle che accompagnano questi mesi , compresi i frutti di questa stagione .
Anche perché sinceramente mangiare ad esempio, un melone con la felpa addosso , per me non è il massimo e come diceva il nonno , ogni frutto ha la sua stagione .
Un 'insalatina così preparata e magari non messa in frigo però , è sempre ben accetta ....

INGREDIENTI PER 3 PERSONE
  • 500 G DI SEPPIE
  • 1 CETRIOLO
  • POMODORI CILIEGINI
  • 1 CIPOLLA
  • OLIVE NERE
  • BASILICO ,PREZZEMOLO
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO
  • PANE IN CASSETTA 
  • SALE ,PEPE
  • ACETO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
Pulite le seppioline , e dividete la testa dal corpo.Fate bollire una pentolina di acqua non salata , al cui interno dovrete avere messo l'aglio ed il prezzemolo.
Quando comincia il bollore , tuffate le teste delle seppie con i tentacolini e lasciate cuocere 10 minuti dalla ripresa del bollore .
Intanto affettate la cipolla e mettetela a bagno nell'aceto.


Appena saranno passati i dieci minuti tuffate anche il resto delle seppie ,  e fatele cuocere tre minuti dalla ripresa del bollore .
Tagliate i pomodorini e dividete le olive nere denocciolate .
Sbucciate il cetriolo e fatelo a quadretti , avendo cura di salarlo e farlo spurgare , se amaro.
Quando saranno passati i minuti di cottura , togliete le seppie dal fuoco e fatele scolare bene , quindi tagliatele a listarelle .
Indorate le fettine di pane in cassetta nell'olio o se preferite nel burro , quindi con un coppa pasta o uno stampino tondo tagliatene tre dischi che porrete nei piatti .
Sopra il pane adagiate le verdure , cetriolo , cipolla scolata dall'aceto , pomodori, e olive nere .
Mettete al centro le seppie , condite con olio , sale pepe e servite con qualche foglia di basilico e quadretti di pane avanzato.


Potete aggiungere qualche goccia di limone , ma le cipolle che sono state a bagno nell'aceto , daranno un gusto già acidulo.





BUON APPETITO !!!!


BRUSCHETTE CON PESCE AFFUMICATO


Chiunque esordirà  ,vedendo questa ricetta , con la frase...beh che ci vuole a fare una bruschetta con salmone , o pesce spada , tonno affumicati..
Certo anche io l'avrei sostenuto fino a poco tempo fa , quando come semplice antipasto di una cena di pesce , spalmavo nella fetta di pane un buon burro e là... ci depositavo una sfoglia di un trittico di mare affumicato...
Non davo importanza al pane , e al fatto che ...


INGREDIENTI
  • PANE SALATO TIPO FERRARESE / PANE INTEGRALE ALL'AVENA
  • SALMONE , SPADA , TONNO AFFUMICATI
  • MASCARPONE SENZA LATTOSIO
  • RUCOLA , ANETO O FINOCCHIETTO FRESCO
  • PEPE NERO IN GRANI
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
Il pane in questa ricetta ha una notevole importanza ,qui consiglio il ferrarese un ottimo tipo salato che ho trovato da un fornaio /amico.. Mimmo e Paola..

Ma volendo e se avete tempo , potete utilizzare del buon pane tipo treccia con semi di avena o ancora meglio entrambi sullo stesso piatto di portata .
Tostate le fette ,leggermente , e non ungetele di burro ..
Ricopritele con i vari tipi di pesce e con un cucchiaino da caffè mettete una buona dose di mascarpone ,scelto senza lattosio , perché più digeribile.
La delicatezza del mascarpone farà si che il sapore abbastanza forte del pesce , venga molto attenuato.
Coprite con aneto o finocchietto selvatico ,  servite appoggiato in un letto di rucola e passate sopra tutto un filo di olio extra vergine di oliva.
Spolverate , con il  pepe macinato al momento  ,il mascarpone e aggiungete qualche fine fetta di limone ..
Delicatezza pura ..provare per credere e se volete passando di qua lasciate un vostro commento..sempre gradito come il vostro tempo dedicato al blog...



BUON APPETITO !!!!



ZUCCHINE CON SPUMA DI TONNO


Sono bellissime le cene a tema , come le chiamo io , perchè a mio avviso sono di una praticità estrema.
Inizi con un ingrediente che ti serve per l'antipasto e continui fino aL dolce se permesso...
In tema di belle giornate calde...si vi sto chiamando e anelando... , cosa c'è di meglio del cenare all'aperto , apparecchiando con tutti i piatti pronti , che consentono alla cuoca , massaia ,di sedersi e gustare insieme ai commensali.
Piatti veloci , comodi da preparare in anticipo ,ma gustosi e sfiziosi .
Di questo piatto l'unica cosa più impegnativa e la grigliatura delle zucchine , fatto questo potrete cominciare a rilassarvi..

INGREDIENTI X 4 PERSONE
  • 2 ZUCCHINE
  • 1 SCATOLA DI TONNO DA 160 G 
  • 1 NOCE DI BURRO
  • 1 VASETTO PICCOLO DI MAIONESE
  • LIMONE
  • SALE PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA


Lavate le zucchine asciugatele bene e tagliatele con la mandolina .
Più fini sono meglio si cuoceranno.
Scaldate una piastra o una griglia e cominciate a grigliare le fette di zucchine.


Appena avrete finito la grigliatura , salate , pepate e condite con un filo di olio.

Preparate poi la spuma di tonno con un mixer o a mano , triturando finemente il tonno assieme al burro ammorbidito e aggiungendo la maionese  fino a che il composto non risulta ben spumoso.


A questo punto prendete un vassoio e componete il vostro piatto cercando di creare la base con la spuma di tonno , ricoprendo con le fette di zucchina grigliate e qualche fetta di limone.


Servite con  un cucchiaio o sopra una fetta di pane ..

BUON APPETITO !!!!






INSALATA DI FAVE E PECORINO


Il primo occhio che si apre la mattina è rivolto praticamente verso la finestra , e chiaramente anche se lo fa per metà ,aprendosi , vede subito di quale umore sarò in base ai raggi di sole che illuminano la stanza ..
Forse sarà una malattia ma non appena vedo tanto sole , comincio a pensare ai bei piatti estivi che allietano giornate afose e soprattutto mi consentono di non sudare ai fornelli ..anche se devo dire , l'abitudine di accendere forno e fornelli la perdo difficilmente .
E poi , un pranzo o una cena composti di mille stuzzichini a volte fa proprio bene .
A me piacciono molto gli antipasti , anche se non uso molto far iniziare pranzi con crostini , bruschette varie , salumi...in genere faccio proprio un mix di tutto , quando abbiamo voglia di mangiare solo con degli antipasti.
In questo periodo sfrutto ogni tipo di ricetta che abbia al suo interno le fave anche perché , se è vero che posso congelarle , è altrettanto vero che fresche ci sono solo adesso e per poco più di un mese , perché quelle che si trovano già da febbraio sinceramente preferisco non mangiarle .
Nonna diceva riferito alle primizie e non solo , che ogni frutto vuole la sua stagione ...Questa insalatina semplicissima , l'abbiamo mangiata per la prima volta dal mio amico Mauro , grande cuoco e grande amico ..
Capace di trasformare ogni piatto in capolavoro ,  di servirtelo su cocci antichi e zuppiere della nonna ,  non si limita a fare piatti semplici e conviviali .
Elaborazione , fantasia e generosità le sue caratteristiche che lo caratterizzano rispetto agli altri ,in cucina e non solo ,due occhi nerissimi conosciuti  pochi anni fa , quando guardandomi e spiccicando a malapena  un buongiorno e un buonasera con labbra quasi serrate , mi atterrò con sentenze di quelle che mi descrivevano come mai prima..Feeling da subito , adesso è uno dei miei più grandi confidenti e se c'è un problema il numero di Mauro appare nel telefono prima che io lo chiami ..
Ha una moglie e due figlie stupende , e nonostante l'harem che si è creato , in casa è lui il " Gualtiero Marchesi " della loro bellissima cucina ...

Felice che la mia vita si sia arricchita anche delle sue  parole..

INGREDIENTI

  • FAVE SBUCCIATE
  • PECORINO (FRESCO O SEMI STAGIONATO )
  • PANE PER TRAMEZZINI 
  • 1 NOCE DI BURRO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • SALE ,PEPE
Se avete notato e siete ben attenti , non indico quasi mai per certe ricette le dosi degli ingredienti , perché ritengo giusto che le quantità ,in  ricette come questa ad esempio , possano e debbano variare in base ai gusti di ciascuno .
Quindi poco importano le proporzioni , basta che mettiate tutto in maniera  abbastanza equilibrata , ma certo se vi piacciono di più il pecorino ed i  baccelli metterete meno pane o viceversa .


Io ho usato questo pecorino al pepe che è di un caseificio artigianale , che produce prodotti derivati da latte di pecora davvero eccellenti , ma ovviamente usate quello che più vi piace .




Togliete la buccia al formaggio e tagliatelo in quadretti abbastanza regolari .
Tenetelo da una parte .

Prendete il pane per tramezzini e tagliate anch'esso in piccoli quadretti che andrete a versare nella padella in cui avrete fatto sciogliere il burro.






Fate dorare il pane , leggermente meno di quello che faccio io , che esagero sempre perché a me piace bello arrostito...

A questo punto mescolate i tre ingredienti dentro una zuppiera , quindi fave , pecorino e pane e condite con olio sale e pepe.




Preparate l'insalata un po' prima di essere servita in modo da far penetrare bene il condimento in ogni ingrediente ..

BUON APPETITO !!!




CHEESECAKE



Non andate a controllare se  avete lo zucchero o la panna..
Quanto amo la Primavera , uso anche la maiuscola quando parlo di questa meravigliosa stagione .
Al di là del fatto che dormirei tanto la mattina , fortunatamente mio figlio mi impone una sveglia quasi all'alba , ed il lato meraviglioso di questa cosa è che posso godermi il rumore , il colore ,il profumo della mia Primavera .
Mi piacciono anche tutte le verdure che regala , i meravigliosi colori tenui misti a quelli forti , i fiori  ..insomma un tripudio di bellezze da inglobare e tenere nascoste e poi tirare fuori quando ne avrò bisogno..
Il cheesecake  è un dolce molto buono e fresco , ma questa volta ho variato il tema concentrandomi sul salato con gli ortaggi di cui parlavo sopra , quindi asparagi e zucchine alla mano..
Il risultato è un qualcosa di sorprendentemente  delicato sia al palato che agli occhi, e quando ieri sera ho detto se potevo pubblicare,  i quattro occhi neri che mi guardavano hanno annuito e un mmm mmm ha fatto capire che potevo andare ...
Bene , partiamo.

INGREDIENTI
  • 300 G DI ASPARAGI VERDI
  • 150 G DI ZUCCHINE 
  • 250 G DI RICOTTA FRESCA 
  • 100 G DI ROBIOLA 
  • 150 G DI CRACKER INTEGRALI O FRESELLE
  • 100 G DI LATTE VACCINO ( O SE VI PIACE IL SAPORE POTETE USARE QUELLO DI SOIA)
  • 60 G DI BURRO
  • 1 BICCHIERINO DI VINO BIANCO SECCO
  • 3 FOGLI DI GELATINA O COLLA DI PESCE
  • 1 CIPOLLA 
  • 1 UOVO
  • GRANA GRATTUGIATO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • SALE  E PEPERONCINO

Io preparo sempre tutti gli ingredienti a portata di mano ,sembra una cosa scontata ma in realtà per chi si accosta alla cucina e non ha esperienza , tutto serve specialmente un piccolo consiglio che coloro che io chiamo capacioni , sorridono soltanto nel leggere ..

Frullate non troppo finemente i cracker e quindi aggiungeteli al burro che avrete fatto sciogliere e al bicchierino di vino bianco , amalgamate e fate un impasto denso.

Per facilitarmi il lavoro mi sono inventata una forma che ho confezionato con la carta d'alluminio e praticamente serve a fare il quadrato del cheesecake ..


Spero che renda l'idea .
Quindi riprendiamo dall'impasto..
Mettetelo all'interno della forma e sopra un vassoio con carta da forno .

Pressatelo bene e posizionate in frigo a raffreddare mentre preparerete il cheese...


Sbollentate leggermente gli asparagi  (lasciatene due o tre per decorare alla fine )con la zucchina in acqua salata , quindi scolateli e fateli asciugare .
Soffriggete la cipolla in poco olio e aggiungete gli asparagi con la zucchina , fate andare per circa dieci minuti.
Mettete la gelatina a bagno in acqua fredda , e riscaldate senza far bollire , il latte .
Quando gli asparagi si saranno insaporiti , rovesciateli sul mixer e frullate bene  , aggiungete il latte ed infine la gelatina strizzata bene .



Mescolate la ricotta con robiola , grana sale e peperoncino , ed unite il tutto alla purea di asparagi .
Togliete dal frigo la base e versate  sopra l'impasto ottenuto cercando , per quel che potete di livellarlo bene all'interno della costruzione che avete creato !!!



Fate riposare in frigo dalle quattro alle sei ore .
Fate lessare un uovo e quando saranno passati sei sette minuti dall'inizio del bollore dell'acqua , toglietelo e sbucciatelo .
Tagliatelo a fettine che andrete ad utilizzare per farcire il vostro cheesecake assieme agli asparagi e ciò che più gradite...


Servite con una paletta da dolci per fare in modo che la base si stacchi bene dalla carta da forno.




BUON APPETITO !!!!







FRIGGITELLI FARCITI DI MIGLIO E FETA


Andiamo tutti pazzi per i friggitelli , verdura a me sconosciuta fino a qualche tempo fa , ed ora non mi voglio perdere il gusto di assaporarli , perciò ogni ricetta che li vede protagonisti è benvenuta nella mia cucina .
Molto versatile , il peperone friggitello si presta bene a molte preparazioni ed è buonissimo anche solo cotto in padella con olio .
Ripieni di carne classici , come condimento ad una pasta , e con il formaggio e miglio alternativa gustosa e adatta anche a chi di carne non vuole saperne .

INGREDIENTI
  • PEPERONI FRIGGITELLI
  • FETA (FORMAGGIO GRECO )
  • MIGLIO
  • GLASSA DI ACETO BALSAMICO
  • SALE  E PEPE 
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 


Per prima cosa lavate bene il miglio e fatelo bollire in acqua con un piccolissimo pizzico di sale ed un cucchiaio di olio per circa 30/40 minuti.

Nel frattempo lavate e togliete il picciolo ed i semi ai peperoni .

Lasciateli asciugare bene.
Non appena il miglio avrà bollito , mescolatelo a poca feta , olio e un pizzico di pepe .

Tagliate a piccoli quadretti il resto della feta .
Cominciate a riempire i peperoni con il composto di miglio facendo molta attenzione a non romperli e chiudete con un quadretto di feta .


Adagiateli su una pirofila da forno , nella quale avrete messo olio e  formaggio nel fondo .
Appena avrete finito di sistemare oliate e spolverate di pepe .
Con il sale dovete non abbondare perché la feta è un formaggio molto saporito che in cottura esalta la sapidità.



Prima di infornare aggiungete nella pirofila un bicchiere di acqua .

Fate cuocere  a media temperatura  e quando saranno quasi pronti regolate la grigliatura del forno per consentire ai peperoni di formare la crosticina .

Servite caldi con glassa di aceto balsamico .



Per una cena all'aperto sono buonissime anche freddi !!!


BUON APPETITO !!!!



SCHIACCIATINE DI PASTA DI PANE CON FARCITURA ESTIVA


La bella stagione , quella primaverile e più avanti estiva , rallegra non solo perché la luce solare ci dà tanta energia , ma perché porta con se riti e consuetudine che difficilmente possiamo riproporre nelle fredde giornate di inverno.
E le prime giornate di tepore primaverile ci inducono immediatamente a vivere di corsa tutti i bei momenti che ricerchiamo continuamente d'inverno .
Uno fra tanti la voglia immensa di convivialità, cene all'aperto , star fuori fino a che resiste l'ultimo raggio di sole , e la maledetta voglia di non cucinare niente  ,perché l'afa ed il tempo che impieghi al lavoro ed all'aperto , ti hanno spolpato.
Non amo particolarmente i buffet , lo so forse sono controcorrente , ma quando devo mangiare preferisco avere tutto in tavola e sedere tranquillamente (almeno a tavola rilassiamoci !!!)
Però amo tutti gli stuzzichini salati , i finger food (dobbiamo assolutamente usare termini americani !!!) , insomma tutto quello che si spilluzzica...
Quindi mi diletto anche a prepararli , metterli in tavola e farli girare ...

Se vi avanza la pasta per pane o pizza fare queste piccole ciaccine è velocissimo e divertente .

INGREDIENTI
  • PASTA PER PANE 
  • MOZZARELLA DI BUFALA 
  • POMODORINI CILIEGINI O PACHINO
  • BASILICO 
  • OLIO PER FRIGGERE DI ARACHIDE
  • SALE E PEPE
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA



Con il mattarello sul piano di lavoro infarinato , andate a fare tante piccole schiacciatine in base alla pasta che avete .
La grandezza è a vostro gusto , io non le faccio molto grandi ..


Fate scaldare l'olio di arachidi in padella e quando sarà pronto cominciate a friggere le schiacciate .



Toglietele dall 'olio e mettetele ad asciugare l'olio in eccesso nella carta assorbente , quindi salatele e continuate a friggere fino a che non avrete finito i dischi di pasta .

Quando si saranno un po' raffreddate , apritele con un coltellino affilato , cercando di lasciare la parte inferiore più alta di quella superiore ma non staccatele.




Tagliate a metà i pomodorini ed affettate la mozzarella  e andate a  farcire le schiacciate .




Condite con sale pepe ed olio e il basilico tritato a pezzetti .
Richiudete e lasciate insaporire.





Servite con dei bastoncini di cetriolo e carote ..

BUON APPETITO !!!!



PANZANELLA PRIMAVERILE




Vorrei capire se esiste un toscano DOP che non abbia mai mangiato nelle sere afose d'estate , un bel piatto di panzanella .
Piatto tipico delle regioni centrali di Italia , allieta le afose giornate estive , fa riciclare pane avanzato ed in più può rappresentare un ottimo pasto unico , se avete da sfamare in casa delle bocche diverse da quelle che ho io !!!! 
La nonna teneva da parte , nella madia  ,tutti i bocconcini del re come lei li chiamava , che altro non erano che i crostelli di pane , e chiaramente di pane cotto nel forno a legna .
Poi li ammollava nell'acqua all'interno di una ciotola capiente , con l'aggiunta di un mezzo bicchiere di aceto .
Strizza , strizza forte con le tue manine ...e seduta in ginocchio sulla sedia di legno ,ero felice di essere utile in cucina e strizzare ..
Il pane strizzato  veniva condito con cipolla , basilico olio e sale .
Se il nonno portava in casa dei bei pomodori maturi , allora il lusso era aggiungerli alla panzanella .
In effetti , ai quei tempi , la panzanella era un piatto scarno ma piacevole da vedere , mangiare e odorare .
Odore di estate .
Io ho rivisitato il piatto , perché  per noi non è piatto unico , ma uso molto servire la panzanella come antipasto ,chiaramente piena di tutte le verdure che il sole ha fatto maturare .
E la mia primaverile , è composta da tutte le primizie di questa stagione , non da condimento per pane ammollato , ma stile bruschetta , e anche Franci  ne mangia molto volentieri..
Stupendo modo per fargli mangiare verdura....

INGREDIENTI PER CIRCA 6 BRUSCHETTE

  • 6 FETTE DI PANE TOSCANO
  • 1 CIPOLLOTTO FRESCO ROSSO
  • 1 ZUCCHINA
  • 1 CETRIOLO
  • 1 CAROTA 
  • 1 MANCIATA DI FAVE
  • 1 MANCIATA DI PISELLI TENERI
  • BASILICO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • SALE E PEPE



Ammollate leggermente le fette di pane e conditele con olio sale pepe e del basilico tritato.
Lasciatele ad insaporire per qualche minuto , mentre nel frattempo sgranerete i legumi e taglierete con la mandolina le verdure .


Girate le fette di pane , e procedete a riempirle con le verdure miste .


Condite ancora con olio , sale  e pepe .
Preparatele un po' prima di mangiarle per dare tempo al pane di assorbire i sapori ed i profumi delle verdure ed il  loro condimento..

Fresco , veloce e d'effetto....




BUON APPETITO !!!!



QUICHE LORRAINE



In ritardo...sono in notevole ritardo con le preparazioni Pasquali..ma ce la farò..perchè la Colomba sta lievitando felice , e le panine con le varie torte al formaggio assieme a lei..mi dispiace solo non regalarvi le mie ricette fino a domani , ma Internet pullula di blog e ricette , quindi non avrete problemi , meravigliose cuoche...
 Mia cugina Patricia francese  di nome , ma italiana di fatto , quando veniva a trovarci nei mesi estivi ,portava con se tante prelibatezze della sua regione la Lorena francese , e questa torta salata a me piaceva tantissimo .
Così molto spesso la ripropongo come antipasto , spesso anche a Pasqua accompagnata da una torta pasqualina e dalle  varie panine , oppure il giorno dopo  anche come piatto unico , visto che veniamo fuori da un giornata di bagordi ..

INGREDIENTI 


  • 1 CONFEZIONE DI PASTA SFOGLIA
  • 200 G DI PANCETTA DOLCE A CUBETTI
  • 1 CONFEZIONE DI PANNA DA CUCINA 
  • 1 CUCCHIAIO DI YOGURT GRECO
  • 100 G DI FORMAGGIO GROVIERA 
  • 2 UOVA 
  • 2 CUCCHIAI DI GRANA GRATTUGIATO
  • SALE E PEPE
  • 1 CUCCHIAINO DI SUCCO DI LIMONE


Stendete la pasta sfoglia nella carta da forno sopra una pirofila rotonda , avendo cura di lasciare i bordi esterni un pò alti,bucherellate con una forchetta e disponete in tutta la superficie i quadretti di pancetta .
Preparate una creme fraiche con la panna , il cucchiaio di yogurt e un cucchiaino da caffè di succo di limone , un pizzico di sale e pepe.
Sbattete le uova molto bene ed aggiungete la creme fraiche,  andate ad aggiungere il composto alla torta sopra la pancetta .




Spolverizzate abbondantemente di grana e groviera grattugiato , un pizzico di sale e pepe, quindi chiudete i bordi sopra la torta .




Spennellate i bordi con il tuorlo d'uovo rimasto nel piatto e mettete
 in forno caldo a 180 ° per circa venti minuti fino a che la torta avrà preso un bel colore dorato e sarà "gonfiata"..


Servite calda..e 

BUON APPETITO !!!!





CROQUE BAGUETTE



Ah l'amour ,l'amour..la Ville lumiere che ricordi meravigliosi della splendida Parigi e dei tre giorni che il mio compagno mi ha regalato...ore ed ore di cammino , e poi riposarsi al sole dei giardini di Lussemburgo gustando una speciale croque baguette che faceva da contorno ad ogni splendido panorama ..ed i fumanti croque monsieur o croque madame..ebbene si  ci siamo nutriti niente altro che di questo , perché in realtà eravamo già sazi  d'amore e di splendore di una città dalle bellezze maestose e romantiche  ..
Ieri ho riproposto la croque baguette che è stata chiaramente gradita e divorata..non è altro che un panino  caldo al formaggio,che solitamente viene  mangiato per strada, ma ha un suo fascino particolare come tutta Parigi del resto...

INGREDIENTI PER DUE PERSONE
  • 1 BAGUETTE
  • 1 BICCHIERE  DI BESCIAMELLA
  • 150 G DI GROVIERA GRATTUGIATO 
  • 100 G DI PANCETTA O SPECK

Ricetta veloce e semplicissima da poter fare come piatto unico o antipasto  ,se sezionate in piccoli pezzi la baguette , tra l'altro aiuta anche a riciclare i soliti piccoli avanzi che fanno capolino nel frigo.
Tagliate la baguette in senso orizzontale e svuotatela dalla mollica.
Passate sopra ogni baguette una striscia di besciamella .


Quindi procedete con il groviera grattugiato e la pancetta o speck tagliati a listarelle


Mettete in forno caldo fino a che la vostra baguette non avrà raggiunto una perfetta doratura ..


Gustate calda perchè il formaggio sprigionerà tutto il suo aroma e sapore..

BUON APPETITO !!!!




POLPO CON PATATE


Il  polpo con patate , è una ricetta arcinota , anche perché credo che sia un piatto usato e cucinato da tutti se si parla di antipasti in una cena di pesce..
Almeno io lo propongo sempre , però cerco  di far capire che il pesce mi piace cucinato in maniera semplice e poco artefatta..altrimenti il gusto dei mille sapori che usiamo ci farà totalmente disorientare .
Capita molto spesso , anche nei ristoranti , di trovare le insalate di polpo  "accessoriate" di capperi, sottolio e  sottaceti , per me il gusto dell'insalata di polpo deve essere quello , con le patate o al massimo in estate con qualche  verdurina fresca tagliata fine , come carotine o sedano.
Fino a poco tempo fa , la sera prima della preparazione dell'insalata , prendevo il polpo , pulivo bene la testa /sacca e lo mettevo dopo lavato a bollire in acqua calda salata per il tempo che variava a seconda della grandezza del polipo , comunque spegnevo la fiamma quando la forchetta si infilava bene sia nei tentacoli che nella sacca. Dopodiché lo lasciavo raffreddare nella su acqua fino al giorno successivo , quando lo tiravo via dalla pentola ed era super morbido.Adesso , se si tratta di polpo fresco (non surgelato ) ho scoperto grazie ad un amico napoletano , che non serve immergere il polpo nell 'acqua , ma metterlo dentro una casseruola con una piccolissima quantità 'acqua , ed il polpo si cuocerà piano piano con la sua acqua di cottura , quella che sprigiona man mano che si cuoce ..ed è veramente un altra cosa ..


INGREDIENTI
  • 1 POLPO
  • 6/7 PATATE A PASTA GIALLA 
  • AGLIO 
  • LIMONE 
  • PREZZEMOLO
  • SALE 
  • PEPE
Se volete  adottare il metodo che vi ho appena descritto , lavate ed eviscerate bene il polpo , e poi mettetelo nella casseruola con mezzo bicchiere di acqua , senza sale , con un coperchio , e fate lentamente prendere il bollore .Quando inizia a bollire , abbassate la fiamma e fate cuocere fino a che la polpa non sarà tenera e si bucherà bene con la forchetta.


Nel frattempo avrete messo a bollire le patate con la buccia .
Appena sono cotte sbucciatele , salatele e tagliatele a pezzetti . Insaporitele con olio e limone .
Togliete anche il polpo dal fuoco e tagliatelo a pezzi più o meno grandi , salatelo e mescolatelo alle patate.Aggiungete una generosa manciata di prezzemolo tritato insieme all'aglio , pepe e limone.
Ancora olio se necessario e mescolate bene il tutto.
Potete prepararlo anche qualche ora prima di servirlo in tavola ,avendo l'accortezza di mescolare spesso e coprire con della pellicola affinché non si secchi troppo o si indurisca..


E come sempre...

BUON APPETITO !!!




INSALATA GRECA



Pensare il 2 di febbraio ad un insalata greca , fa molto strano..
Ma il sole di ieri e quella temperatura talmente mite che sembrava primavera , mi ha immediatamente riportato alle nostre vacanze in Grecia ..
Il sole che sembra battere più che altrove , il mare , il bagno di corsa e le risalite in auto alla ricerca di baie sperdute ,gli  scorci pieni di ulivi e all'improvviso un tintinnio di campane che proviene da dietro ad un masso..il solito branco di capre dai colori diversi , che attraversa la strada senza tenere conto di nessuno..e quell'odore acre , ti fa pensare subito ad un qualcosa che delizia il palato..la feta che insieme al denso yogurt e miele sono lo stemma di isole stupende ..
E' facile fare una bella insalata , che a noi piace anche d'inverno , quando non mangiamo pasta e la degustiamo come oggi con un contorno di carciofi , e una ricca porzione di "PIPI e PATATI "...(patate e peperoni...)


INGREDIENTI X 2 PERSONE

  • 1 CETRIOLO
  • 1 PEPERONE ROSSO
  • 1 PEPERONE GIALLO
  • 1 CIPOLLA ROSSA 
  • POMODORINI CILIEGINI
  • QUALCHE FOGLIA DI BASILICO
  • OLIVE NERE O VERDI
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • SALE
  • PEPE




Il procedimento è semplicissimo.
Lavate accuratamente tutte le verdure e tagliatele con l'affetta verdure , ponete tutte le verdure in una ciotola , aggiungete il formaggio feta a quadretti e le olive nere o verdi...
Aggiungete le foglie di basilico e un po' di origano , sale olio e pepe.
Condite un paio d'ore prima di portare in tavola per dare  modo alla feta di sciogliersi un po' e amalgamarsi alle verdure.
Semplicissima e può essere servita anche come antipasto.
Con la speranza che il primo assaggio vi porti con la mente in una spiaggia assolata..


BUON APPETITO !!!

CROSTINI NERI TOSCANI


I crostini neri toscani , sono un culto della nostra cucina contadina .
Non esiste famiglia che in occasione di una festività importante , non inizi il pranzo con antipasti vari , al centro dei quali importanza maggiore riveste proprio il crostino nero.
Il babbo e tanti suoi coetanei , volevano che il pane venisse arrostito e successivamente ammollato leggermente nel brodo , e questo in particolare nel giorno di Natale , quando era obbligo servire i crostini seguiti dai tortellini in brodo misto di gallina , muscolo e lingua .
Il compito di cucinare il sugo dei crostini , era assegnato alla nonna ,ed io che rubavo sempre con gli occhi  tento sempre di rifarlo , con una variante importante .
I suoi erano a base di milza , io evito di metterla perché la milza è una specie di carne che non a tutti piace.
Poi esiste un sugo per crostini neri che alcuni fanno solo con fegatini di pollo ed è solitamente molto chiaro io faccio un mix di vari ingredienti , ed il risultato , non a parer mio , è eccellente .




INGREDIENTI PER CIRCA UNA VENTINA DI CROSTINI

  • 15O G DI FEGATINI DI POLLO
  • 250 G DI VITELLO MACINATO PRIMA SCELTA 
  • 1 CIPOLLA 
  • 1 CAROTA
  • 1 SPICCHIO D'AGLIO
  • 4/5 FOGLIE DI SALVIA 
  • 2 ACCIUGHE
  • UNA MANCIATA DI CAPPERI 
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • SALE 
  • PEPE 
  • 1 CUCCHIAIO DI BURRO
  • MEZZO BICCHIERE DI VINSANTO O MARSALA
  • BRODO VEGETALE 
  • CONSERVA DI POMODORO
Per prima cosa lavate bene i fegatini di pollo , e fateli bollire in acqua leggermente salata .
Appena sono bolliti fateli asciugare bene, poi passateli in un padellino con olio extra vergine di oliva , una foglia di salvia , uno spicchio d'aglio e una macinatina di pepe.
Intanto lavate e tritate nel mixer la cipolla , la carota , l'aglio e fatele soffriggere in una casseruola con l'olio extra vergine di oliva .
Appena il battuto sarà soffritto ,aggiungete la carne macinata di vitello , che avrete precedentemente ripassato nel mixer per renderla più fine .
Fatela insaporire con gli odori e poi aggiungete anche i fegatini di pollo passati anch'essi nel mixer.
Amalgamate bene il tutto e fate incorporare bene l'olio (vedrete che la carne lo assorbirà da se ).
A questo punto sfumate con il vinsanto e alzate la fiamma per farlo evaporare quindi aggiungete le rimanenti foglioline di salvia un mezzo cucchiaio di conserva di pomodoro , e allungate con il brodo .
Fate bollire piano per almeno un 'ora mescolando spesso per evitare che il sugo si attacchi al fondo della casseruola .
L'ultimo quarto d'ora di cottura aggiungete il battuto di capperi e acciughe e prima di togliere dal fuoco, una noce di burro ed una spolverata di pepe , sale se serve.
Fate tostare il pane e spalmate la salsa calda nei crostini abbrustoliti,e se volete prima ammollati nel brodo di carne ..

BUON APPETITO !!!




CROSTINI E SFIZIOSITA'


Ci sono delle sere  che ci piace molto  sostituire carne o pesce con delle torte salate o crostini tipici toscani , con i fegatini , frittate e formaggi.
Sono le prelibatezze che si servono come antipasto in occasione di ricorrenze speciali , pranzi importanti e quando se ne ha voglia .
Quindi a volte posterò qualche piatto di antipasto composto in varie maniere ..diversi ingredienti per uno stesso nome..


INGREDIENTI
  • BAGUETTE
  • FETTE DI PANE TOSTATO
  • FORMAGGIO CAPRINO
  • PAPRICA MACINATA 
  • ORIGANO 
  • SALSA DI FEGATINI
  • FORMAGGIO GORGONZOLA 
  • PERE 
  • NOCI
  • PRUGNE DENOCCIOLATE 
  • PROVOLA 
  • SPECK
  • GLASSA ALL 'ACET0
Fate delle fettine tonde di pane nella baguette .
Tagliate a fettine fini la pera e mettetene una fettina in ciascuna rondella di pane .Spalmate ogni fetta di pane e pera con il gorgonzola dolce , quindi mettete sopra un gheriglio di noce e un po' di glassa d'aceto.
Con il pane tostato invece preparate dei crostini toscani , spalmando la salsa come da ricetta sul blog..


Prendete i formaggi caprini e date loro una forma con gli stampi dei biscotti , cuore , fiore ...e spolverizzateli con paprica , pepe nero , origano , curcuma ciascuna delle spezie che preferite..



Gli ultimi stuzzichini , li preparerete avvolgendo un quadretto di provola con dello speck e unendoli ad una prugna essiccata denocciolata .
Quindi passateli in forno due minuti su di una teglia ricoperta di carta da forno per permettere alla provola di sciogliersi un po'. Serviteli molto caldi accompagnati ai crostini...





BUON APPETITO !!!


Nessun commento

Posta un commento

Professional Blog Designs by pipdig