Cucina , passione , amore per il mio compagno e mio figlio...

SALSE E CONDIMENTI



Il babbo era un grande cacciatore , lo so molti di voi inorridiscono solo alla parola caccia .
Ma quando ero piccola io , questo tipo di "sport" era molto diffuso , e si organizzavano battute e gruppi di caccia , che vedevano impegnati i partecipanti per giorni interi.
Addirittura per settimane , come nel caso in cui , il babbo si recava a quei tempi nella vecchia Jugoslavia , dove erano vaste riserve di caccia , alle quali pagando una sorta di abbonamento , potevano accedere tutti coloro che erano amanti di questo passatempo .
Domeniche mattina con la sveglia che suonava alle quattro , e lui al buio silenziosamente si vestiva con la sua tipica divisa verde , si infilava attorno alla vita il porta cartucce  e gli stivaloni neri tipo anfibi e con gli amici partiva verso campagne e boschi lontani perché abitavamo ancora in città .
Poi rientrava quasi sempre con un buon bottino , composto da beccacce , tordi fagiani e lepri .
Mamma borbottava  perché la selvaggina dava  sempre  un gran da fare , ed inoltre doveva sistemarla e cucinarla subito perché , come quasi tutti  , eravamo ancora sprovvisti di congelatori.
Ma il profumo del "sugo di lepre" o dei crostini con la beccaccia , lo sento ancora adesso, ogni volta che chiudo gli occhi appositamente per ricordare il babbo ed i suoi occhi felici in quei momenti.
I suoi fucili poi , con il passare degli anni divennero solo arredo , ormai non li puliva neppure più , con il suo panno morbido intriso di olio.
Seduta con le ginocchia sulla panca di legno accostata al tavolo , osservavo curiosa ogni suo movimento , intimorita dalla cassetta di cartucce che conservava gelosamente e ben nascoste non ho mai ben capito dove .
Come dicevo la sua passione era molto diffusa , e molti dei suoi amici praticavano anche la caccia grossa , come la chiamava , che consisteva nell'uccisione di cinghiali .
Il cinghiale è attualmente un animale alquanto diffuso e non solo  nelle nostre campagne .
Capita sempre più spesso che , per esempio , tornando la sera dal lavoro  debba fare molta attenzione all'attraversamento cinghiali nella piccola strada bianca che percorro, perché usano abbeverarsi nel fiume che scorre lungo la via .
Famiglie intere con il maschio che fa da capo fila , la femmina e tanti piccoli figlioletti  al seguito .
La scena da vedere è molto bella , anche se assai pericolosa , visto che hanno la consuetudine di apparire improvvisamente magari dietro una curva , e anche se la velocità è moderata , molto spesso capita che si imbattano in qualche auto e la rovinino bene .
Ecco che la provincia convoca delle squadre speciali di cacciatori , e con un apposita regolamentazione , decide  di sopprimerli in numero ingente .
Battute di caccia vicino a casa , strade di bosco che vengono chiuse con appositi cartelli che non possiamo oltrepassare ,urla dei cacciatori che si chiamano da un posto all'altro  e guaiti di cani.. .
Se hai la fortuna di avere per amico qualche cacciatore , in casa non manca mai una bella  polpa dell'animale , o costole da fare arrosto , piuttosto che salsicce e prosciutto .
Anche questa è Toscana ..e noi da buoni toscani amiamo moto le pappardelle con il ragù accompagnate dallo spezzatino, il tutto magari fatto bollire per ore piano piano sopra alla stufa a legna , proprio come in tempi passati..



INGREDIENTI 

  • polpa di cinghiale , 800 g circa
  • carne macinata di maiale , circa 300 g
  • pomodoro polpa o succo , 1 lit circa
  • vino rosso , 2 bicchieri
  • cipolla 1
  • aglio , 3 /4 spicchi grossi
  • salvia e rosmarino in abbondanza 
  • alloro una decina di foglie
  • sale 
  • 1 bicchiere di aceto bianco
  • peperoncino rosso 
  • noce moscata 
  • olio extra vergine di oliva  

La sera prima della cottura del cinghiale , tenerlo a bagno in acqua , un bicchiere di aceto  e qualche foglia di alloro.
Io non metto altro nella marinatura perché non amo i gusti che la carne assorbe aggiungendo troppi odori o spezie.
Il giorno seguente fate scorrere abbondante acqua nella polpa che avrete tagliato a piccoli pezzi .
Fate scaldare un'ampia casseruola senza olio  , e appena sarà calda , ponetevi i pezzi di carne .
Girate la carne sempre con un mestolo di legno senza mai bucarla .
Durante questa prima fase , la carne trasuderà  dell'acqua che dovrete gettare .
Spegnete la fiamma.



Conservate la carne da una parte .
Tritate aglio  ,cipolla e salvia , sminuzzate un po' di rosmarino e lasciatene parte intero.
Mettete abbondante olio  nella casseruola che avete utilizzato in precedenza , e fate soffriggere tutti gli aromi, compreso l'alloro.




Quando il soffritto avrà preso un bel colore dorato , aggiungete la carne macinata di suino  e la metà della carne di cinghiale , che avrete passato al mixer .
Poi aggiungete anche il resto dei pezzetti di carne e mescolate spesso facendo insaporire il tutto fino a che la carne macinata non comincerà a "schiumare" o meglio fare quelle bollicine in superficie simili ad una schiuma.





A questo punto aggiungete il vino e fate evaporare a fiamma media .
Una volta evaporato , aggiungete il peperoncino rosso , un pizzico di sale , ed una grattugiata di noce moscata.

Mescolate bene e procedete a coprire il tutto con la polpa o passato di pomodoro , allungando con acqua calda .
Abbassate la fiamma al minimo e fate riprendere l'ebollizione al ragù.
Da questo momento calcolate , tre o quattro ore abbondanti di lenta bollitura con la casseruola parzialmente coperta .
Ogni tanto mescolate per evitare che il sugo si attacchi al fondo .



Trascorso il tempo previsto , assaggiate il ragù ed un piccolo pezzetto di polpa per accertarvi che sia molto tenera , regolate di sale .
Nel frattempo cuocete rigatoni o pappardelle all'uovo e condite con abbondante ragù , servite accompagnando con tre o quattro piccoli pezzetti di polpa ..

Un bel bicchiere di vino rosso ...

BUON APPETITO 











SALSA  AL PETTO DI POLLO


Di certo avrete sbagliato anche nell'eccedere con  qualche porzione di pollo lesso ,o magari cotto nel tegame o arrosto..
Si, perché se siete come me , per i giorni successivi ai pranzi e cene , dovete rimangiare gli avanzi perché come diceva il babbo "se non avanza manca" .
Ed io prendendo alla lettera quanto sopra , esagero sempre , pensando forse di avere da sfamare qualche tribù Africana intera 
Meno male che sono brava nell'arte del riciclo , o meglio nel  ricordare tutte le astuzie imparate ..chissà ancora per quanto , visto che ultimamente sono diventata come mia nonna paterna che nel tentare di chiamarci , sciorinava prima tutti i nomi da lei conosciuti , e facendosi prendere poi dal nervoso e dalla rabbia , ci guardava con sguardo implorante ammonendoci che dovevamo capire alla prima chi lei volesse chiamare tra noi nipoti.
Così , io con la mia palla di vetro misteriosa , cerco di fare interpretare i mie sguardi e le mie volontà , perché a volte mi è difficile spiegare , o chiamare alla prima chi voglio con il suo nome ..
E anche stasera ne ho avuto la riprova , quando un caro amico di mio nipote mi si è avvicinato sorridendo ed io... ma si ,certo che lo conosco ..ma dai ..come va Tommaso !! 
In realtà era Matteo , ma gli ho detto che avevo confusi i nomi tra discepoli e ci siamo fatti una sonora risata.
Hai ragione tu caro nipote , quando mi guardi e mi chiedi se ho avuto qualche attacco ischemico..non credo , so per certo che il cervello a volte fa dei reset come fanno i computer ,  e probabilmente in qualche file disperso c'erano tante cose che adesso ho dimenticato ...e negli aggiornamenti in corso è saltata qualche cartella..ma va molto meglio così...

INGREDIENTI 

  • 1 PETTO DI POLLO (O PARTI MAGRE DEL POLLO SENZA PELLE ...)
  • 1 BEL CIUFFO DI PREZZEMOLO
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO (SEMPRE CHE VI PIACCIA)
  • SALE 
  • PEPE
  • OLIO
  • 5/6 CUCCHIAI DI MAIONESE




Se avete degli avanzi di pollo , puliteli bene cercando di togliere le piccole ossa e la pelle , se invece volete fare la salsa con del petto di pollo , cuocetelo bene in una padella antiaderente , con uno spicchio di aglio ed olio quanto basta .
Pulite il prezzemolo , e trattenete solo la foglia ,sbucciate lo spicchio di aglio.
In un mixer frullate tutti e tre gli ingredienti assieme , quindi pollo, prezzemolo ed aglio .
Mettete l'impasto così ottenuto in una scodella ed aggiungete la maionese .
Amalgamate bene e aggiustate di sale e di pepe ..
Tagliate il pane per crostini e spalmate su ogni fetta la salsa ottenuta.
Guarnite con una fogliolina di prezzemolo.





BUON APPETITO !!!

 




Ci sono giornate che purtroppo trascorrono  inevitabilmente come non vorresti mai ..ma vanno ,come vengono ,e bisogna sempre essere pronti a prendere tutto ciò che ci riserva la vita.
A volte , da sola , in certi posti i pensieri mi riempiono testa e  cuore e chiudendo gli occhi , è tutto un fluire di immagini che  passano come una vecchia pellicola trasmessa da un antico proiettore ..
Ma quando rientro nel mio mondo mi aspetta sempre tutto ciò che ho lasciato, e soprattutto la consapevolezza di quanto la vita va assaporata minuto per minuto...Per esempio , il mio archivio
 di ricette , che  strabocca di foto , e spesso penso che all' interno della cartella vi sia , insieme a tante immagini , un cuore grande , che prima o poi smetterà di battere ...e chissà,un giorno accendendo il computer improvvisamente , quel mondo non sarà più lo stesso..proprio come una vita .
Dove all'improvviso può sempre saltare un file, quando meno ce lo aspettiamo , e a quel punto sarà impossibile  riuscire  più a vedere una qualsivoglia  immagine ..


In alcuni orti ancora resistono le piante dei pomodori , che tanto hanno dato la scorsa estate e probabilmente i loro frutti acerbi non saranno mai destinati a diventare rossi quindi cogliamo l'occasione per fare questa stupenda marmellata , indicata principalmente per accompagnare formaggi , ma devo dire  ,da non disdegnare anche come merenda spalmata su una bella fetta di pane ...

Semplice semplice....


INGREDIENTI

  • 1 KG DI POMODORI ACERBI
  • 600 G DI ZUCCHERO SEMOLATO
  • IL SUCCO DI DUE LIMONI


Pulite e lavate bene i pomodori , quindi fateli a spicchi e metteteli in una casseruola dai bordi abbastanza alti.
Bagnateli con il succo dei limoni e aggiungete tutto lo zucchero.
Fate cuocere per un ora circa a fiamma bassa, poi passateli nel frullatore e rimetteteli al fuoco per una mezz'ora .
Per vedere se la marmellata è pronta versatene poca con un cucchiaino su di un piatto , se è cotta  si deve rapprendere velocemente senza scivolare nel piatto .
Invasate immediatamente in caraffe pulite , dovrà essere ancora bollente...
Capovolgete i barattoli e lasciateli raffreddare ..

Gustatela con formaggi ma anche su insolite crostate ..


BUON APPETITO !!!






LA MAIONESE



Il mondo , la gente vive  e si muove a seconda della moda ..
Avete notato come tutti creino un 'onda , un flusso costante verso quello o quella cosa , pochi si discostano dal gregge , e se lo fanno quasi vengono additati come strani ..
E non parlo solo di giovani studenti che per svariati anni salivano in treno esclusivamente  con lo zaino Napapiri e scarpe Silver  perché solo questo era fashion , ma anche di locali , di usi.... costumi .
Ormai sono due anni che se chiedi a molti dove vanno in vacanza , indovini immediatamente la risposta ..Salento!!!...segnata per tanti anni la povera Puglia adesso si ritrova ad incamerare un turismo di massa che probabilmente non riesce a soddisfare , ma del resto se vuoi esser " in" devi andare in vacanza nel Salento..
Così come certe mode di abbigliamento , o cucina o chef .
Torna di moda la cucina povera e giù tutti a fare la ribollita nei locali , va di moda Vissani ..pronti tutti i suoi piatti. Un tempo lo strutto era fortemente bandito , ora lo si comincia a rivalutare in attesa che il demonizzato olio di palma abbia un altra chance ..
Si perché se non l 'avessimo capito , queste sono tutte manovre commerciali dietro le quali girano tanti soldi , e noi dobbiamo resettare ogni volta le menti e recitare a modo tutto quello che ci insegnano gli altri ..altrimenti sei fuori..

No..io sono dentro e con me spero tante altre persone che non lasceranno fare agli altri un lavaggio del proprio cervello e resteranno indifferenti ad ogni richiamo semplicemente perché il loro cervello ne sa molto di più di coloro che , senza scrupoli e solo per guadagno  ,hanno globalizzato tutto , purtroppo anche noi..
Tutto questo per fare una premessa alla mia maionese , salsa semplice che fatta in casa acquista ancora un sapore più nobile , quello della semplicità..
E allora andiamo in cucina .
Possiamo usare un mixer per facilitare le operazioni ma anche con una frusta per sbattere le uova va benissimo...

INGREDIENTI PER UNA PORZIONE DI SALSA 

  • 1 UOVO E 1 TUORLO  A TEMPERATURA AMBIENTE 
  • 290 G DI OLIO DI SEMI
  • 1 LIMONE (SUCCO)
  • 1 PIZZICO DI SALE FINO
Cominciate a sbattere le uova con il sale ed il succo di limone .
Quando il composto si è amalgamato , aggiungete gradualmente a filo l'olio e continuate a sbattere con la frusta , possibilmente sempre nella stessa direzione .
Nel caso non si rapprenda abbastanza aggiungete un altro po' di succo di limone .
A mano ci vorranno circa dieci minuti , nel mixer probabilmente ne saranno sufficienti due .

Potete conservare la vostra salsa due o tre giorni in frigorifero coperta molto bene con pellicola perché l'aria altrimenti le conferirà un colore scuro..

BUON APPETITO !!!!








SALSA TZATZIKI




A me piace molto la montagna , ma il mare ultimamente mi affascina di più ,sarà perchè mi hai insegnato a viverlo appieno e non a sdraiarmi tutto il giorno lessa su una sabbia cocente stile lucertola , fare il bagnettino asciugarmi e ricominciare daccapo partendo dallo sbattimento dell'asciugamano tutto completamento insabbiato fino alla tostatura... doccia ...bagnetto.
Il mare è un 'altra cosa , è una caletta solo per noi o pochi altri , è una maschera con pinne nuotando con i pesci a fior d'acqua... è scoglio... è amore ..
E ciò  che  associo immediatamente al mare ,  è la Grecia con i suoi stupendi panorami e colori ..la gente ancora semplice , profumi di ricordi , il vaso di basilico in ogni davanzale , le case bianche e azzurre  , gli scogli quasi scolpiti dal mare , le acque cristalline che si colorano in certi punti di un verde smeraldo particolare o azzurro colore del cielo ..molto simile al tuo , ...al nostro paesaggio calabrese..si ormai per bellezza , per amore e per ciò che sento nel cuore posso tranquillamente scrivere il nostro ..
La salsa Tzatziki ha accompagnato tante estati ed era immancabile sopra le insalate di cetrioli o pomodori e adesso anche in semplici crostini ..
Dovete amare l'aroma dell'aglio , che anche se  molto attenuato ,qui la fa da padrone...

INGREDIENTI PER TRE PERSONE 

  • 1 CETRIOLO 
  • 1 VASETTO DI YOGURT GRECO MAGRO
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO 
  • ANETO FRESCO
  • 1 CUCCHIAIO DI OLIO DI OLIVA 
  • SALE 
  • PEPE NERO 


Sbucciate il cetriolo e togliete i semi , quindi tagliatelo in fette sottilissime e salatelo appena .
Mescolate lo yogurt all'olio e all'aglio che avrete tritato in pezzetti molto piccoli , quindi aggiungete l'aneto e una spolveratina (se gradite ...) di pepe nero .




A questo punto unite anche il cetriolo , mescolate bene e coprite con un velo di olio .
Amalgamate ogni tanto nella prima ora .
Potete poi conservare la salsa in frigo per due o tre giorni ben coperta .
Usatelo come salsa per accompagnare verdure  assieme ad olive nere e pane salato ...freschissimo antipasto molto diffuso in Grecia e Bulgaria ...



BUON APPETITO !!!!


Un ringraziamento speciale a tutti voi per le tante visite giornaliere ...vi abbraccio tutti con affetto immenso !!!






PESTO RICOTTA E POMODORO





Piuttosto che consumare del pesto industriale  , quando non ho tempo e voglia di fare il classico genovese mi arrangio con questo simile siciliano ma più semplice e cioè il mio pesto di ricotta e pomodoro..
In estate mi piace molto , e accompagnato da stupende casarecce , a mio avviso è una prelibatezza nonché molto veloce e comodo..

INGREDIENTI PER TRE PERSONE

  • 2 BICCHIERI DI SALSA DI POMODORO 
  • 250 G DI RICOTTA FRESCA DI PECORA 
  • 1 CUCCHIAIO DI GRANA GRATTUGIATO
  • SALE PEPERONCINO , PEPE NERO
  • AGLIO 1 SPICCHIO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • ORIGANO , BASILICO, QUALCHE PINOLO



In una casseruola fate soffriggere lo spicchio di aglio e peperoncino , quando avrà preso un bel colore dorato togliete l'aglio e aggiungete la salsa di pomodoro .
Abbassate la fiamma e fate leggermente addensare la salsa , alla quale avrete aggiunto sale  ed origano.
Appena la salsa sarà densa e insaporita , aggiungete anche la ricotta e mescolate bene .
Spegnete la fiamma e continuate a mescolare  bene aggiungendo anche il grana grattugiato.
Cuocete nel frattempo la pasta ,e toglietela al dente .
Tuffatela nella salsa di pomodoro e ricotta ed aggiungete del basilico fresco triturato con le mani e alcuni pinoli..


Servite calda  spolverando di pepe nero,,( se non avete abusato del peperoncino) e scaglie sottili di parmigiano!!!!




BUON APPETITO !!!!!




 PESTO DI ZUCCHINE


Con oggi concludo la carrellata di ricette che vedono protagoniste le zucchine ...fra qualche giorno proporrò ancora qualcosa  e poi vi lascerò e mi lascerò  tranquilli per un periodo di ferie  meritate ed ambite da tutti ..
Il blog mi piace , è passione , è trasmettere qualcosa  e soprattutto lasciare a chi amo qualcosa ..e vogliate scusarmi se le foto non sono perfette , se tutto quello che cucino è non professionale ma  molto artigianale , se i tagli non sono da rivista , e il mix di colori non è da book fotografico..
Io , come spero avrete capito amo l'essenza ed il cuore .. e sapere forse che una piccola cosa può aiutarvi a fare... è già tanto, e sinceramente sono stata ripagata dalle migliaia di visite avute dall'inizio ad ora ,inaspettate ed emozionanti.....e poi è stato bello riprendere la mia macchina fotografica , tornare alla mia vera passione , sperimentare tante cose insieme  , io e te.....tant'è che ieri sera mi hai regalato un altro giorno , di quelli , come tutti da ricordare ...hai messo da parte la stanchezza , il caldo sopportato , i km percorsi già.. e alle sette e mezzo hai deciso di portarmi in Val d'Orcia  perché da giorni ti raccontavo qualcosa sulla luce giusta per fare le foto..
Sono state quattro ore bellissime culminate in un ottima piadina  e gelato ..avevi gli occhi di fuori dalla fame e dallo stress che ti davo obbligandoti a fermare l'auto ad ogni km perché tutto mi sembrava così meraviglioso da dover immortalare dentro una macchina fotografica troppo stretta .E la luna poi..anche lei ci ha regalato una serata stupenda ..grazie infinite di tutta la vita che mi regali ..ps..provo tanta tristezza per quella signora tutta rifatta e costruita che sembrava una pazza quando ha visto la nostra auto ferma dietro una curva ...il mondo non è il suo ...non l'ha capito ancora ..io mi sarei intenerita soltanto a vedere quella luna e noi...Io pronta con la posa fotografica e tu da dietro che mi baciavi i capelli spettinati dal vento...


INGREDIENTI PER TRE PERSONE

  • 3 ZUCCHINE MEDIE
  • 150 G DI PARMIGIANO REGGIANO O GRANA 
  • 10 FOGLIE DI BASILICO
  • 2 FOGLIOLINE DI MENTA FRESCA (A PIACERE..)
  • 80 G DI PINOLI
  • SALE 
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA



Lavate bene le verdure e gli aromi .
Asciugate con un canovaccio le zucchine e le foglioline di basilico e menta .





Tritate finemente nel mixer le zucchine , quindi aggiungete il basilico e fate in modo di ottenere una purea densa alla quale incorporerete anche il formaggio e poco sale .




Mescolate bene il tutto e aggiungete le due foglioline di menta , non più di due perché altrimenti il loro aroma tenderà troppo a coprire gli altri.

Terminate con l'olio di oliva che dovrà essere abbastanza abbondante e usate subito come condimento di una delicatissima pasta o riso ..
Potete conservarlo in un barattolo chiuso  per qualche giorno in frigorifero , avendo l'accortezza di coprirlo con l'olio..




BUON APPETITO !!!

Grazie a tutti per i vostri passaggi"..lasciate un commento se volete...



                                                        SALSA VERDE




A volte mi prendono queste voglie improvvise di fare pulizie straordinarie di cassetti , armadi , frigorifero , animo e pensieri..
Tagliare , tagliare , ripulire ..togliere dalla testa e dal cuore i rami secchi , come quando si rinnovano le piante in giardino , e si lavano vasi , si spazzano marciapiedi si veste tutto a festa in attesa di una nuova primavera.
Amo la bella stagione , le giornate lunghe , le attese infinite ,il sole che ti batte negli occhi quando riemergi da una sana nuotata e poi le cene all'aperto , le mini gite per esplorare città ed animi ,la luce e le ombre ,il tramonto che tarda ad arrivare ed è un attesa infinita , come aspettarti ogni sera...
Il profumo di fiori e le salse colorate di rosso , di giallo , di verde..
Il blog, tranne che per le ricette più difficoltose , non avrà più tante foto , perché è un lavoro davvero impegnativo cucinare e fotografare di continuo , quindi rivisitazione e pulizia, anche qua!!! 
La salsa verde nasce tipicamente nel Piemonte , ma è diffusa un po' in  tutto il nord Italia .
Il babbo che amava i bolliti e girovagava per fiere al nord , portò in casa questa bellissima abitudine , e non esiste più bollito senza salsa verde .
In realtà , io la uso anche spalmata sul pane quando servo delle bruschette , nei tramezzini , insomma è molto conveniente averla a portata di frigo quando è in arrivo un tipico attacco di fame ..


INGREDIENTI
  • 1 BEL MAZZETTO DI PREZZEMOLO
  • 2 ACCIUGHE SENZA LISCA
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO
  • 1 FETTA DI PANE IN CASSETTA
  • 1 TUORLO DI UOVO
  • 1 TAZZINA DI ACETO BIANCO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 
  • SALE E PEPE


Lavate accuratamente il prezzemolo , e sbucciate lo spicchio di aglio.
Mettete il pane tagliato a pezzetti in un bicchierino a bagno con l'aceto.
Usate il mixer e versate il prezzemolo , le acciughe , l'aglio , il tuorlo e cominciate a tritare .
Versate a filo l'olio , e mettete il pane leggermente strizzato .
Tritate ancora il tutto , regolate di sale e pepe ..
La salsa verde è pronta da gustare ...

Si conserva bene in frigo per qualche giorno , in questo caso però , abbiate cura di tenerla coperta con uno strato di olio..



BUON APPETITO !!!!

Nessun commento

Posta un commento

Professional Blog Designs by pipdig