Cucina , passione , amore per il mio compagno e mio figlio...

CIAMBELLA CIOCCOLATO E COCCO



Rientrare a casa in questo periodo dopo una giornata di lavoro , è assaporare ancora di più la vita semplice che mi sono creata .
Il lievito madre che si gonfia nel frigo , le api che con il loro ronzio sembrano salutare chiunque si avvicini al glicine che si arrampica pieno di fiori al fienile davanti a casa .
Il verde è ancora più verde e spesso mi incanto a guardarlo nelle varie tonalità che si susseguono nell'erba alta davanti a casa .
Il chiaro scuro dei colori crea una sorta di movimento tridimensionale che mi pare alleviare la stanchezza di una giornata in cui tutti corrono nonostante in molti si godano il ponte di questo primo maggio ormai alle porte .



Ma quello che mi attrae di più , insieme a colori e luci , sono i profumi della Primavera ..
E da quando visitiamo luoghi diversi , servendosi dello scooter , questa cosa è ancora più evidente , essenziale .
Dall'odore delle acacie in fiore , si passa direttamente a quello dei gelsomini e lillà , tanto che la campagna toscana man mano che la percorriamo sembra inebriarti come una sirena errante che chiama un naufrago alla deriva .
Qualsiasi territorio più o meno boscoso , è vestito di fiori che si intervallano al verde dalle mille scalature .
La Val d'Orcia armoniosa e dolce , ci vede spesso suoi visitatori , Pienza la cittadina al centro è un gioiello , uno dei tanti che vi accolgono nel cuore della Toscana .
Poco lontano , monasteri , abbazie , cappelle ..
Sant'Anna in Camprena  è un monastero nel comune di Pienza ed è un ex complesso monastico attualmente adibito ad agriturismo.



Lo abbiamo scoperto una domenica di circa un anno fa , girovagando con i nostri amici Aldo e Cristina .






Composto da una bellissima Chiesa abbaziale , dal monastero adiacente e da un piccolo cimitero , si erge in fondo ad una classica strada bianca , che  in Toscana chiaramente è costeggiata da maestosi cipressi .



Il silenzio regna sovrano , e la sensazione che si prova appena arrivati è sicuramente di pace e benessere .



L'antico monastero olivetano probabilmente , allo stato odierno , conosce successo e visite , oltre che per la bella struttura ricettiva  nella quale è stato trasformato , soprattutto per essere stato la scenografia del film vincitore di ben nove premi Oscar , Il Paziente inglese , girato al suo interno nel 1996 .
Visitiamo la Chiesa semplice , ma ciò che attrae la nostra attenzione è un piccolo ciclo pittorico sulla vita di Gesù e Maria del pittore che avevamo visto anche all'abbazia di Monte Oliveto , Giovanni Antonio Bazzi , meglio conosciuto come il Sodoma .




Ho sempre timore di scattare foto inopportune , mi accerto di non avere mai acceso il flash , ma non posso fare  a meno di ritrarre arte , e bellezza di questo luogo  , persino il piccolo cimitero poco lontano , ed il panorama che ci circonda 






Ci fermiamo u po' ad assaporare la pace che questo posto ci infonde , ognuno di noi riflette ed elabora in silenzio i propri pensieri , che molto spesso , appena ci confrontiamo , ci accorgiamo essere gli stessi.
Mi fai notare che è normale , quando i gusti , gli obiettivi , e lo stile di vita sono praticamente uguali .
Ma ciò che mi sorprende sempre è la comunanza di certe opinioni o semplici passi , come quando decidiamo  all'unisono di lasciare quel posto magico per rientrare lentamente verso casa .








Ci potremmo godere ancora l'aria tiepida delle ultime ore di sole , ed i giochi di luce che si snodano nelle colline che circondano la strada tortuosa che percorriamo incontrando , ogni tanto qualche turista americano o inglese di cui riesco a percepire la felicità e lo stupore negli occhi anche attraverso il finestrino leggermente abbassato.





Penso che deve essere davvero entusiasmante ritrovarsi catapultati dal nuovo mondo ad uno antico di cinquecento anni fa e godere di queste meraviglie circondati da un panorama che sembra dipinto da un pittore gioioso e fiero .







Come un po' la mia ciambella , dai colori tiepidi di una Primavera entusiasmante ..





INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 20 CM

  • zucchero semolato , 100 g
  • uova , 2 medie
  • burro morbido , 70 g
  • vanillina , 1 bustina 
  • latte , 110 g
  • farina 00 , 200 g
  • lievito per dolci metà bustina 
  • polvere di cocco , 100 g circa
  • cioccolato bianco per la copertura , 100 g
  • cioccolato gianduia e nocciole , 100 g
Lavorate bene le uova con lo zucchero , poi aggiungete il burro a pezzetti , la farina mescolata al lievito , la vanillina ed il latte .
Impastate bene , poi aggiungete il cioccolato gianduia passato al mixer e la farina di cocco
Imburrate ed infarinate uno stampo a ciambella di circa 20 cm di diametro , versatevi l'impasto e cuocete in forno statico a 160° per circa 45'.
Fate la prova stecchino e se fuoriesce asciutto dal dolce , sfornate e lasciate raffreddare .
Posizionate il dolce sopra una griglia a raffreddare .
Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco , e quando sarà cremoso ricoprite la superficie della ciambella .
Fate freddare e poi decorate con del cocco in polvere e frutta a piacere .

BUON APPETITO !





Nessun commento

Posta un commento

Professional Blog Designs by pipdig