Cucina , passione , amore per il mio compagno e mio figlio...

PASTA PATATE E PROVOLA



E' già , si vedono anche i fili del formaggio nel bordo del piatto  , ma nella fretta di fotografare velocemente la pasta appena condita e rendere così l'idea della bontà che emana , ho lasciato che l'imperfezione prendesse il sopravvento ..del resto lo sapete io non sono quella perfetta e brava , ma me la cavo bene a cucinare ..
Anche se ultimamente sono fatta molto più pigra e meno entusiasta della cucina , forse perché richiede davvero tanta , troppa energia .
Sono cominciate poi , particolare non trascurabile , le belle lunghe giornate all'aperto per cui amo vivere fuori quando non sono al lavoro , e godere degli ultimi raggi di sole e spiragli di luce , per cui rientrare in casa ad un 'ora tarda fa si che spesso ci accontentiamo di una frisella , un' insalatona con tonno , formaggi , uova .
Oggi  è continuato il nostro tour alla ricerca delle piccole perle preziose che abbiamo vicino , e lungo il breve viaggio ho fotografato tante cose , bellissimi angoli e la pioggia che si alternava al sole , non mi ha impedito di regalarvi qualche immagine del borgo visitato ...



Prima di partire , ci siamo fermati in fondo alla strada che conduce  a casa perché ho voluto ritrarre ciò che per me è uno dei primi simboli dell'estate , i fiori che preannunciano l'arrivo di questa stagione , il papavero .



Ai bordi di campi bellissimi seminati di grano che circondano Casa Antica , una splendida residenza agrituristica , ecco che sfoggiano tutta la loro bellezza , e secondo me , non esiste quadro d'autore più bello di quelli che ci offre ad ogni angolo la natura ..
Destinazione , Castello di Montelifrè....



Questo piccolissimo borgo , si trova a metà strada tra altri due splendidi borghi , Trequanda e Montisi , poco distanti entrambi dal ben più noto Montalcino.

Fortificato probabilmente intorno all'anno 1000, si erge a corona di un colle calcareo.
Il nome del castello deriva probabilmente da quello di un antico feudatario , Liutfrido , storpiato appunto in Lifrè.
Varie vicissitudini , prettamente belliche tra Firenze e Siena per il predominio della zona ,  hanno reso la rocca dalle bellissime mura in pietra , un rudere che adesso è di proprietà privata .


Sia l'entrata che l'uscita , sono caratterizzate da ampi archi , è visibile la casa padronale ben ristrutturata ed altri vari annessi, compresa una piccola chiesetta. .
Attualmente il borgo è metà di turisti , in quanto è stato trasformato dai proprietari in location per vacanze.



Anche se non particolarmente curato , respirare e camminare all'interno del borgo fa si che n qualche modo ripercorriamo con la testa l'epoca in cui è stato vissuto .
Cortigiane e cavalieri , contadini ,vassalli, valvassoni,si respira tutto il medioevo  specialmente guardando le piccole viuzze in mattoni che la pioggia rende particolarmente scivolose .Attaccate ai muri di entrata le campanelle in ferro battuto a ricordare che qui si arrivava a cavallo.



In fondo al "paese" scopriamo l'ultima casa restaurata , dà su un piccolo giardino chiuso da vecchie mura , ci immaginiamo di poterla acquistare e prefiguriamo un bel tavolo in ferro battuto dove cenare all'aperto con la vista sui boschi ed il colle di Trequanda ..sorridiamo , apri l'ombrello e torniamo a passo lento verso la nostra auto.



Scorgiamo anche un animale a noi molto noto , intento e serissimo ad osservare una piccola fessura nel muro..forse qualche piccolo topolino che vivrà la dentro avrà attirato la sua attenzione !

Passandogli a pochi cm non si sposta   nemmeno  ..un gatto addestrato e amico dei turisti !



Salutiamo questo caratteristico borgo antico..



Ci lasciamo alle spalle , il bellissimo castello antico a metà tra terra e cielo



Rientrando mentre penso a cosa cucinare  una visita nel nostro piccolo orto che , a sorpresa ci comincia a regalare già nuovi piccoli frutti ..



I dolci ravanelli dal sapore leggermente pizzicante ma se conditi in insalata danno quel non so che di particolare !


E poi magari un po' di pasta con patate e provola , che ti piace tanto ..



INGREDIENTI PER DUE PERSONE

  • pasta di semola , qualsiasi formato corto , 180 g 
  • cipolla bianca , 1
  • patata media , 1
  • rosmarino
  • provola , circa 100 g
  • olio extra vergine di oliva 
  • sale , pepe nero



PROCEDIMENTO

  1. Lava e sbuccia la patata , poi tagliala in piccoli pezzetti
  2. Metti a scaldare due cucchiai di olio extra vergine di oliva 
  3. Affetta finemente la cipolla , dopo averla sbucciata e falla andare nell'olio caldo.
  4. Quando sarà diventata trasparente aggiungi la patata e mescola bene .
  5. Metti un po' di rosmarino , sale , pepe nero e bagna ogni tanto con l'acqua di cottura della pasta che nel frattempo avrai messo a bollire .
  6. Mescola spesso e metti a cuocere la pasta .
  7. Quando la pasta sarà cotta al dente scola , lasciando qualche cucchiaio di acqua da parte  e versa nella casseruola con patata e cipolla .
  8. Continua la cottura per qualche minuto aggiungendo l'acqua calda della cottura lasciata 
  9. Due minuti prima di togliere la pasta dal fuoco aggiungi la provola precedentemente fatta a dadini.
  10. Amalgama tutto bene , regola di sale e pepe , bagna con un filo di olio ed aggiungi un piccolo rametto di rosmarino.


Servi in tavola caldissima , scoprendone la bontà!
La patata sarà diventata una stupenda crema che assieme al formaggio fuso ed al pepe nero allieterà tutti  i palati anche quelli più esigenti !
Buon inizio settimana..per me molto emozionante ..poi capirete perché nel proseguo!

A presto , vi abbraccio forte

Silvia 

Nessun commento

Posta un commento

Professional Blog Designs by pipdig